Home / Sicurezza Alimentare / Al via le iscrizioni al test per il corso di laurea in Sicurezza igienico-sanitaria degli alimenti

Al via le iscrizioni al test per il corso di laurea in Sicurezza igienico-sanitaria degli alimenti

gmo alimenti sicurezza alimentare ricercaUna laurea unica in Italia, che fornisce le competenze sulle produzioni primarie, le tecnologie per la trasformazione delle materie prime, l’igiene e la sanità dei prodotti alimentari freschi e trasformati, di origine animale e vegetale. È questo ciò che propone il corso triennale in Sicurezza igienico-sanitaria degli alimenti (Sia) dell’Università degli studi di Padova, presso la sede di Vicenza. La didattica permette inoltre di implementare le competenze riguardo alla normativa alimentare e alla sicurezza nell’ambiente di lavoro. Alle lezioni si alternano parti pratiche, sul campo e in laboratorio, per favorire la conoscenza delle questioni più complesse, ma anche per imparare il rigore e la cura nell’applicazione delle procedure e un metodo di lavoro, nonché per iniziare a confrontarsi sulla risoluzione dei problemi. Quanto appreso trova poi concretezza in un tirocinio obbligatorio che si svolge al termine del ciclo didattico presso aziende del settore, un momento formativo facilitato dalla Fondazione studi universitari di Vicenza.

Per il primo anno, la didattica prevede le materie di base: quelle che descrivono i sistemi animali e vegetali, le tecniche produttive, di allevamento e di miglioramento genetico delle specie. Al secondo anno è previsto lo studio delle materie della produzione post-primaria: trasformazione degli alimenti, patologie degli animali trasmissibili all’uomo attraverso gli alimenti, caratteristiche chimiche, microbiologiche, della qualità degli alimenti e delle tecniche di trasformazione, contaminanti potenzialmente presenti nell’alimento, economia e legislazione alimentare. Durante il terzo anno, infine, il focus sarà sull’azienda agroalimentare e la gestione della sicurezza alimentare: autocontrollo aziendale, igiene e sicurezza negli ambienti di lavoro, struttura e funzionamento dei mercati, dinamiche delle filiere agroalimentari dalla logistica alla distribuzione e analisi statistica applicata al controllo e alla gestione del rischio alimentare.

Laureati e laureate, saranno in grado di occuparsi della gestione tecnica e igienico-sanitaria delle imprese agroalimentari, degli approvvigionamenti e del controllo qualità. Potranno inoltre essere impiegati anche nella formazione e nella consulenza, nonché in aziende fornitrici di servizi per il settore agroalimentare. I posti disponibili sono 100 e l’iscrizione è possibile previa partecipazione obbligatoria al test di ammissione Tolc-Av nazionale e successiva immatricolazione. Per informazioni si può consultare il sito dell’università e scrivere a cdl.sia@unipd.it.

© Riproduzione riservata; Foto: AdobeStock

Da 12 anni ilfattoalimentare racconta con i suoi articoli cosa succede nel mondo dei supermercati, quali sono le insidie nelle etichette, pubblica le sentenze sulle pubblicità ingannevoli oltre che segnalare il lavoro delle lobby che operano contro gli interessi dei consumatori.

In questi anni ci hanno sostenuto decine di aziende grandi e piccole con i loro banner e moltissimi lettori con le donazioni.
Tutto ciò ha reso possibile la sopravvivenza di un sito indipendente senza un editore, senza conflitti di interesse e senza contributi pubblici.

Il Fatto Alimentare dà l'accesso gratuito a tutti gli articoli e ai dossier. Questo perché in rete tutte le persone hanno il diritto ad avere un'informazione libera e di qualità, senza il vincolo di dovere pagare. Tutto ciò è possibile grazie alle migliaia di lettori che ogni giorno ci leggono e ci permettono di sfiorare 20 milioni di visualizzazioni l'anno, senza la necessità di farcire gli articoli con pubblicità invasive.

Sostieni ilfattoalimentare ci vuole solo un minuto clicca qui. Se vuoi puoi anche sostenerci con un versamento mensile.

Roberto La Pira

  Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

pizza

Pizza Buitoni, avviata in Francia inchiesta penale per l’epidemia di E. coli che ha causato 2 morti

 Dopo avere ricevuto gli ultimi dati relativi all’epidemia provocata dalla pizza Fraîch’Up Buitoni contaminata da …

2 Commenti

  1. non è unica… a Parma esiste da anni la laurea magistrale in “food safety and risk menagement”

  2. Saverio Mannino

    Niente chimica, fisica, biochimica???