Home / Nutrizione / Coca-Cola ha finanziato occultamente scienziati per spostare la colpa dell’obesità dalla cattiva alimentazione allo scarso esercizio fisico. In rete i finanziamenti

Coca-Cola ha finanziato occultamente scienziati per spostare la colpa dell’obesità dalla cattiva alimentazione allo scarso esercizio fisico. In rete i finanziamenti

Coca cola bottle cap
Coca-Cola ha voluto spostare l’attenzione dalle calorie al movimento

Per combattere obesità e diabete, bisogna prestare più attenzione all’attività fisica che si fa, piuttosto che alla quantità di calorie che si assumono. Per far passare questo messaggio, Coca-Cola ha sostenuto scienziati influenti che diffondono questo concetto sulle riviste mediche, nei convegni e sui social media. Questo sostegno del colosso di Atlanta avviene in sordina e un’inchiesta del New York Times ha svelato come, nel 2014, Coca-Cola abbia finanziato con 1,5 milioni di dollari il Global Energy Balance Network, un’organizzazione no profit molto popolare negli Stati Uniti, il cui vice-presidente, Steven N. Blair, è finito sotto accusa per un video in cui invitava a concentrarsi solo sull’attività fisica.

Dopo le polemiche suscitate dall’articolo del New York Times, lo stesso Blair ha chiesto che il video fosse rimosso dal sito del Global Energy Balance Network, scusandosi e affermando che la sua negazione dell’importanza della dieta per combattere l’obesità ha reso un cattivo servizio all’organizzazione. Dai documenti resi pubblici dal quotidiano statunitense risulta anche che Coca-Cola, dal 2008, ha finanziato con quasi quattro milioni di dollari vari progetti di due membri del Global Energy Balance Network, il cui sito risulta iscritto presso la sede di Coca-Cola, che ne è anche l’amministratore. Fino a poco prima dell’articolo del New York Times, il sito dell’organizzazione, secondo la quale si è trattato di una svista, non menzionava il finanziamento di Coca-Cola.

educazione alimentare sport ginnastica bambini 86810591
Coca-Cola ha promesso maggiore trasparenza sui finanziamenti

Le polemiche che ne sono seguite hanno indotto il presidente e amministratore delegato della compagnia di Atlanta, Kuhtar Kent, a intervenire direttamente sul Wall Street Journal, per promettere maggiore trasparenza sui finanziamenti che vengono concessi a organizzazioni ed esperti accademici nel campo della salute e dichiararsi contrariato dal fatto che alcuni finanziamenti “siano serviti solo a creare più confusione e sfiducia”, riconoscendo che “qualcosa non ha funzionato”. Le informazioni integrative sui finanziamenti di Coca-Cola cominceranno ad essere pubblicati sul sito della compagnia entro alcune settimane: inizialmente riguarderanno solo gli Stati Uniti e poi la nuova politica di trasparenza sarà estesa a livello globale.

© Riproduzione riservata

sostieniProva2Le donazioni si possono fare:

* Con Carta di credito (attraverso PayPal): clicca qui

* Con bonifico bancario: IBAN: IT 77 Q 02008 01622 000110003264

 indicando come causale: sostieni Ilfattoalimentare

  Beniamino Bonardi

Beniamino Bonardi

Guarda qui

Uova di cioccolato, anche per quelle al fondente ci vuole moderazione: tante calorie e benefici ancora tutti da dimostrare

Il cioccolato ad alta concentrazione di cacao viene propagandato come elisir di salute, ma è …