Home / Allerta / Fili metallici in cereali per la colazione per bambini HiPP e funghi radioattivi dal Montenegro… Ritirati dal mercato europeo 62 prodotti

Fili metallici in cereali per la colazione per bambini HiPP e funghi radioattivi dal Montenegro… Ritirati dal mercato europeo 62 prodotti

hipp cereali per la colazione
Fili metallici in cereali per la colazione per bambini Hipp

Nella settimana n°41 del 2016 le segnalazioni diffuse dal Sistema rapido di allerta europeo per alimenti e mangimi (Rasff) sono state 62 (7 quelle inviate dal Ministero della salute italiano).

L’elenco dei prodotti distribuiti in Italia oggetto di allerta comprende quattro casi: pezzi di metallo in farina di canapa dall’Austria; fili metallici (lunghezza 1-3 cm, spessore di circa 0,5 mm) in cereali per la colazione bio per bambini dall’Ungheria (HiPP Organic Fruity O’s, nella confezione da 140 grammi, i lotti L190416 / L020616 / L200417 / L030616, con termine minimo di conservazione: dal 19 gennaio 2017 al 3 marzo 2017); idrocarburi policiclici aromatici in foglie di alloro dall’Ucraina; Salmonella Enteritidis in anatre congelate eviscerate senza frattaglie dall’Ungheria.

Nella lista delle informative sui prodotti diffusi in Italia che non implicano un intervento urgente troviamo: Salmonella typhimurium in germogli di barbabietola rossa provenienti dai Paesi Bassi; numero di Enterobacteriaceae troppo elevato in proteine animali trasformate di categoria 3, destinate a mangime dalla Lituania; Clostridium perfringens in cibo completo congelato per animali domestici dal Regno Unito; aflatossine (B1) in mais dal Brasile destinato a mangime.

Hydnum repandum funghi steccherino dorato
Radiottività troppo elevata in funghi freschi Steccherino dorato dal Montenegro

Tra i lotti respinti alle frontiere od oggetto di informazione, l’Italia segnala: livello di radiottività troppo elevato (cesio-137) in funghi freschi Steccherino dorato (Hydnum repandum) dal Montenegro; migrazione di cromo, manganese e livello di migrazione globale troppo elevato, da spatole d’acciaio provenienti dalla Cina, fabbricate in Hong Kong.

Questa settimana tra le esportazioni italiane in altri Paesi che sono state ritirate dal mercato, l’Italia segnala un’allerta per carne di manzo refrigerata, da animali che non sono stati sottoposti al periodo di sospensione sufficiente per medicinali ad uso veterinario (cefapirina), distribuita in Spagna.

© Riproduzione riservata

sostieni

Le donazioni si possono fare:

* Con Carta di credito (attraverso PayPal): clicca qui

* Con bonifico bancario: IBAN: IT 77 Q 02008 01622 000110003264

 indicando come causale: sostieni Ilfattoalimentare

  Valeria Nardi

Valeria Nardi
Giornalista

Guarda qui

burrata mozzarella formaggi made in italy

Listeria in burrata italiana esportata e Salmonella in tacchino dalla Polonia… Ritirati dal mercato europeo 69 prodotti

Nella settimana n°3 del 2019 le segnalazioni diffuse dal Sistema rapido di allerta europeo per alimenti …