Home / Controlli e Frodi / Carabinieri Nas: controllate 119 mense ospedaliere e sanzionate 43

Carabinieri Nas: controllate 119 mense ospedaliere e sanzionate 43

Nas namNegli ultimi giorni 300 Carabinieri dei NAS del Centro Italia hanno svolto verifiche e accertamenti sulla ristorazione collettiva presso 119 mense delle strutture ospedaliere rilevando carenze igienico-sanitarie e strutturali presso 43 siti. I controlli sono stati focalizzati sul rispetto dei requisiti igienico-sanitari e strutturali dei locali di preparazione dei pasti (in riferimento alle aree di lavorazione e cottura, laboratori, depositi alimenti, celle/armadi frigoriferi, locali di somministrazione, servizi igienici, spogliatoi). Un altro aspetto esaminato è stata la correttezza della gestione/conservazione degli alimenti e le procedure di sicurezza alimentare, in relazione alla loro tracciabilità e agli aspetti connessi all’etichettatura. Il terzo elemento esaminato è stato la legittimità dell’affidamento in gestione del servizio alla ditta erogatrice e la relativa rispondenza dei menù alla tipologia degli alimenti somministrati, oltre ai controlli sulla regolare posizione delle maestranze e la frequenza di corsi specifici di formazione e l’idoneità dell’abbigliamento da lavoro previsto.

In 2 casi – nella Capitale e a Piacenza – sono state riscontrate gravi non conformità che hanno portato a un provvedimento di sospensione temporanea delle attività di confezionamento e sporzionamento dei pasti (successivamente assicurate da altro punto cottura autorizzato). In un altro presidio romano, l’omessa revisione dei dispositivi antincendio, con il deferimento in stato di libertà alla locale Procura della Repubblica del rappresentante legale della ditta appaltatrice. A Oristano infine, presso un centro cottura autorizzato alla preparazione e distribuzione dei pasti in favore delle locali strutture ospedaliere, sono stati trovati  50 kg di prodotti carnei con decorsa data di scadenza, sottoposti a sequestro amministrativo. Le operazioni hanno portato a 18 sanzioni amministrative per un importo totale di oltre 18 mila euro.

© Riproduzione riservata

Da 12 anni Ilfattoalimentare racconta cosa succede nel mondo dei supermercati, quali sono le insidie nelle etichette, pubblica le sentenze sulle pubblicità ingannevoli oltre che segnalare il lavoro delle lobby che operano contro gli interessi dei consumatori.

Il nostro è un sito indipendente senza un editore, senza conflitti di interesse e senza contributi pubblici. Questo è possibile grazie ai banner delle aziende e alle migliaia di lettori che ogni giorno ci leggono e ci permettono di sfiorare 20 milioni di visualizzazioni l'anno, senza farcire gli articoli con pubblicità invasive. Ilfattoalimentare dà l'accesso gratuito a tutti gli articoli.
Sostienici, basta un minuto clicca qui. Se vuoi puoi anche farlo con un versamento mensile.

Roberto La Pira

  Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

Banane stupefacenti: il dolce frutto tropicale usato come copertura per trasportare cocaina

Abbiamo già parlato, lo scorso mese di maggio, del ritrovamento di 500 kg di cocaina …