Home / Nutrizione / Usa, la città di Baltimora mette al bando le bevande zuccherate nei menù per bambini. Potranno essere offerti solo acqua, latte o succhi di frutta 100%

Usa, la città di Baltimora mette al bando le bevande zuccherate nei menù per bambini. Potranno essere offerti solo acqua, latte o succhi di frutta 100%

A Baltimora, nel Maryland, è entrata in vigore l’ordinanza che vieta ai ristoranti di includere bibite zuccherate nei menù rivolti ai bambini. Si tratta della più grande città statunitense, e la prima della East Coast, ad aver adottato questo provvedimento. Nei menù per i bambini potranno essere inclusi acqua, senza aggiunta di dolcificanti naturali o artificiali, latte o succhi con il 100% di frutta o combinati con acqua senza dolcificanti e in quantità non superiore a 8 once, equivalenti a circa 24 cl. Su richiesta degli adulti che accompagnano i bambini, i ristoranti potranno sostituire le bevande offerte nei menu con altre, anche zuccherate.

Nelle premesse, il Consiglio comunale e il sindaco di Baltimora illustrano le motivazioni che hanno portato all’emanazione di questa ordinanza:

• le famiglie di Baltimora hanno spesso poco tempo e possibilità limitate per acquistare e preparare cibi sani, rendendo la ristorazione un’opzione accattivante e talvolta necessaria;

• le bevande zuccherate sono la singola fonte principale di zuccheri aggiunti nella dieta americana e sono associate ad un aumentato rischio di diabete di tipo 2, malattie cardiache e altre malattie croniche;

• il consumo di bevande zuccherate – bevande alla frutta con aggiunta di zucchero, bevande sportive, bevande energetiche e bibite analcoliche – rappresenta un reale rischio per la salute dei bambini;

• l’American Heart Association raccomanda che i bambini di età superiore ai 2 anni non consumino più di una bevanda zuccherata di 8 once (24 cl) a settimana. Eppure oggi i bambini consumano fino a 10 volte quella quantità;

• i bambini delle famiglie a basso reddito consumano 2½ volte più bevande zuccherate rispetto ai loro coetanei delle famiglie a reddito più elevato, in parte a causa di aggressive tattiche di marketing da parte dell’industria delle bevande;

• le persone che vivono negli Stati Uniti consumano circa 34 chili di zucchero aggiunto ogni anno solo da bevande zuccherate;

• quasi due terzi dei bambini che vivono negli Stati Uniti consumano almeno una bevanda zuccherata al giorno;

• ogni anno, negli Stati Uniti, 40.000 decessi per malattie cardiovascolari sono attribuiti al consumo eccessivo di bevande zuccherate.

© Riproduzione riservata

* Con Carta di credito (attraverso PayPal). Clicca qui

* Con bonifico bancario: IBAN: IT 77 Q 02008 01622 000110003264
indicando come causale: sostieni Ilfattoalimentare 2018. Clicca qui

  Beniamino Bonardi

Beniamino Bonardi

Guarda qui

frutta

La frutta va mangiata lontano dai pasti: non è vero! Un’altra bufala demolita dall’Iss

Molti credono che mangiare frutta alla fine dei pasti sia un’abitudine da evitare perché nociva. …