Home / Etichette & Prodotti / Benessere animale, solo un’etichetta sul metodo di allevamento può fermare le indicazioni ingannevoli per i consumatori. La petizione di Ciwf

Benessere animale, solo un’etichetta sul metodo di allevamento può fermare le indicazioni ingannevoli per i consumatori. La petizione di Ciwf

maiale biologicoIl benessere degli animali da cui provengono la carne, il latte e le uova in vendita nei supermercati non è mai stato così importante per i consumatori come in questi ultimi anni. Ma se per sapere da dove arrivano le uova è sufficiente leggere l’etichetta, non è così per carne e latticini. Per questo motivo, Compassion in World Farming Italia (Ciwf) ha lanciato una petizione per chiedere ai Ministri delle Politiche agricole e della Salute di introdurre un’etichettatura univoca e volontaria del metodo di allevamento da apporre a carne, latte e derivati.

Adesso sulle etichette di molti prodotti si trovano diciture rassicuranti e talvolta fuorvianti, sul metodo di allevamento degli animali e sul benessere animale. Oltre a trarre in inganno i consumatori, la mancanza di un’etichettatura univoca sul benessere animale è anche penalizzante per le aziende agricole virtuose, produttrici di carne e latte derivanti da allevamenti rispettosi delle condizioni di vita degli animali, che finiscono per perdersi tra decine di indicazioni vaghe e fantasiose.

Per il momento sono pochi  gli strumenti a disposizione dei consumatori per assicurarsi di acquistare un prodotto rispettoso degli animali. Uno di questi è la certificazione biologica, che richiede agli allevatori migliori standard di benessere animale rispetto al convenzionale.

mucche allevamento latte mungere
Ciwf Italia ha lanciato una petizione per chiedere l’introduzione di un’etichetta del metodo di allevamento e del benessere animale

L’introduzione di una forma di etichettatura del metodo di allevamento, che sia chiara e univoca, darebbe la possibilità ai consumatori di fare scelte informate e consapevoli, e finalmente di acquistare prodotti rispettosi del benessere animale per davvero.

Per firmare la petizione per un’etichettatura del metodo di allevamento clicca qui.

© Riproduzione riservata

Ogni giorno oltre 40mila persone ci seguono.
Siamo indipendenti e liberi da logiche politiche e aziendali. Tutto ciò è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori che coprono il 20% delle spese

  Giulia Crepaldi

Giulia Crepaldi

Guarda qui

etichetta a batteria copertina

L’etichetta a batteria italiana contro il semaforo. Una ridicola proposta delle aziende e del Ministero per sviare il discorso

“Tra poche settimane dovrebbe iniziare la sperimentazione sul mercato italiano di un modello di etichettatura …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *