Home / Nutrizione / Caratteristiche nutrizionali di 16.000 alimenti trasformati: poca differenza tra i prodotti meno cari e gli altri secondo le analisi ufficiali

Caratteristiche nutrizionali di 16.000 alimenti trasformati: poca differenza tra i prodotti meno cari e gli altri secondo le analisi ufficiali

spesa supermercato 158173921 Alimenti trasformati
Le caratteristiche nutrizionali di 16.000 alimenti trasformati sono simili per i prodotti meno cari e gli altri

L’Agenzia per la sicurezza alimentare (Anses), l’Osservatorio per la qualità dell’alimentazione (Oqali) e l’Istituto nazionale di ricerca agronomica (Inra) francesi hanno analizzato le informazioni nutrizionali disponibili sulle confezioni di oltre 16.000 prodotti trasformati, raccolti tra il 2008 e il 2011 e che coprono quasi tutti i settori alimentari. La conclusione è che i prodotti di primo prezzo non hanno una qualità nutrizionale più povera, rispetto agli altri segmenti del mercato (marchi dei distributori e marchi nazionali).

Emerge, invece, che la varietà di prodotti offerta con i marchi dei distributori è più ridotta, in particolare per i prodotti con poco zucchero, come le composte e le marmellate, quelli di qualità superiore e quelli lattiero caseari. Inoltre, ipotizzando che un consumatore sia fedele ai prodotti di un solo segmento di mercato, le simulazioni teoriche indicano che chi acquista esclusivamente prodotti di primo prezzo tende a ridurre l’assunzione di proteine. Tuttavia, afferma l’Anses, dato che l’assunzione di proteine da parte della popolazione francese è superiore alle dosi consigliate, il consumo di prodotti di primo prezzo non comporta il rischio di una carenza o inadeguatezza di proteine per il consumatore.

© Riproduzione riservata

sostieniProva2Le donazioni si possono fare:

* Con Carta di credito (attraverso PayPal): clicca qui

* Con bonifico bancario: IBAN: IT 77 Q 02008 01622 000110003264

 indicando come causale: sostieni Ilfattoalimentare

  Valeria Nardi

Valeria Nardi
Giornalista

Guarda qui

Scientist holding Petri dish with forcemeat over table, top view

Il cibo sostenibile del futuro? “Carne” di insetti coltivata in laboratorio e geneticamente modificata. La proposta degli scienziati americani

Gli allevamenti intensivi sono all’origine di molti dei guai ambientali con i quali stiamo facendo …