Home / Tecnologia e Test / Nuovo spazio e sostegno alle start up agroalimentari con il progetto Agrofood Bic

Nuovo spazio e sostegno alle start up agroalimentari con il progetto Agrofood Bic

agrofood Bic Agrofood Bic è un  polo creato da un gruppo di aziende che ruotano intorno al mondo agro alimentare  (Granarolo, Gellify, Camst, Conserve Italia, Cuniola Società Agricola ed Eurovo) per creare nuove start-up. I segmenti su  cui progettare  spaziano dall’ealthy food alla tracciabilità dei prodotti, dall’imballaggio sostenibile al food delivery sino all’agricoltura di precisione.  L’iniziativa prevede il finanziamento per il primo anno di una mezza dozzina di progetti con 15 mila euro l’uno, con la possibilità di essere rivitalizzati con altri 20 mila euro.

Le start-up saranno selezionate  da un comitato scientifico. La novità rispetto ad altre iniziative simili presenti sul territorio è che le nuove idee potranno trovare ascolto e supporto nelle varie aziende di Agrofood Bic, che metteranno a disposizione laboratori, esperti e quant’altro, per risolvere  le difficoltà organizzative, operative e strategiche necessarie per arrivare a un risultato. Questo contributo logistico è molto interessante perché sono queste spesso le difficoltà maggiori che incontrano le start up per affermarsi sul mercato.

Tra i soggetti che collaboreranno al nuovo incubatore ci sono anche l’università di Bologna, Enea, l’agenzia nazionale per le nuove tecnologie l’energia e lo sviluppo economico sostenibile, e Aster, la società della Regione per la ricerca l’innovazione.

© Riproduzione riservata

Ogni giorno oltre 40mila persone ci seguono.
Siamo indipendenti e liberi da logiche politiche e aziendali. Tutto ciò è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori che coprono il 20% delle spese

  Sara Rossi

Sara Rossi
giornalista redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

plastica bottiglie riciclo raccolta differenziata vuoto a rendere

Ecco Junker, l’app per fare la raccolta differenziata senza errori. L’idea di una start up italiana

Tra plastica, carta e materiali misti, non è sempre facile separare correttamente le confezioni e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *