Home / Allerta / Sostanza non autorizzata in integratore dalla Germania e aflatossine in nocciole dalla Georgia… Ritirati dal mercato europeo 72 prodotti

Sostanza non autorizzata in integratore dalla Germania e aflatossine in nocciole dalla Georgia… Ritirati dal mercato europeo 72 prodotti

integratori alimentari aflatossine

Nella settimana n°5 del 2019 le segnalazioni diffuse dal Sistema rapido di allerta europeo per alimenti e mangimi (Rasff) sono state 72 (5 quelle inviate dal Ministero della salute italiano).

L’elenco dei prodotti distribuiti in Italia oggetto di allerta comprende quattro casi: sostanza clorurata non autorizzata in integratore alimentare dalla Germania; aflatossine (B1) in zenzero macinato dalla Germania; mercurio in trancio di pesce spada congelato, dalla Spagna; Listeria monocytogenes in salmone affumicato e refrigerato dalla Danimarca.

Nella lista delle informative sui prodotti diffusi in Italia che non implicano un intervento urgente troviamo: sostanza non autorizzata (tetraidrocannabinolo – THC) e etichettatura insufficiente (quantità di consumo mancante) per polvere proteica dalla Germania, con materia prima dalla Romania; Listeria monocytogenes in ritagli di salmone refrigerati dalla Danimarca, prodotto in Lettonia.

Tra i lotti respinti alle frontiere od oggetto di informazione, l’Italia segnala: aflatossine (B1) in nocciole sgusciate dalla Georgia; aflatossine (B1) in nocciole dell’Azerbaijan.

Questa settimana non risultano esportazioni italiane in altri Paesi che siano state ritirate dal mercato.

© Riproduzione riservata

Se sei arrivato fino a qui...

...sei una delle 40 mila persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché diamo a tutti l'accesso gratuito. Il Fatto Alimentare, a differenza di altri siti, è un quotidiano online indipendente. Questo significa non avere un editore, non essere legati a lobby o partiti politici e avere inserzionisti pubblicitari che non interferiscono la nostra linea editoriale. Per questo possiamo scrivere articoli favorevoli alla tassa sulle bibite zuccherate, contrastare l'esagerato consumo di acqua in bottiglia, riportare le allerta alimentari e segnalare le pubblicità ingannevoli.

Tutto ciò è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni Il Fatto Alimentare basta anche un euro.

  Valeria Nardi

Valeria Nardi
Giornalista

Guarda qui

A handful of turmeric capsules with the contents of one spilled

Curcuma: continuano le segnalazioni di integratori. Sale a 19 il numero dei casi di epatite

Continua ad aumentare il numero di casi di epatite colestatica acuta e, di conseguenza, quello …

2 Commenti

  1. buon giorno, si può sapere quale sia il nome o la marca dell’ integratore che avete citato sopra contenente sostanze clorurate? il 23 e 27/01/2019 ho acquistato su amazon integratori di origine tedesca, volevo sapere se posso consumarli , ma sul portale RASFF non specificano marca e nome. Mi dite xfavore a chi rivolgermi o in quale sito cercare? grazie
    pasquale russo

    • Valeria Nardi

      Sul Rasff purtroppo non ci sono ulteriori dettagli e quindi neanche noi sappiamo di più. Può provare a contattare il sito internet presso il quale ha effettuato l’acquisto.