;
Home / Allerta / Aflatossine in cacao biologico e piombo in cipolle in polvere… Ritirati dal mercato europeo 172 prodotti

Aflatossine in cacao biologico e piombo in cipolle in polvere… Ritirati dal mercato europeo 172 prodotti

Nelle settimane n°21 e 22 del 2021 le segnalazioni diffuse dal Sistema rapido di allerta europeo per alimenti e mangimi (Rasff) sono state 172 (8 quelle inviate dal Ministero della salute italiano).

L’elenco dei prodotti distribuiti nel nostro Paese oggetto di allerta comprende sette casi: presenza di cadmio in spinaci tritati e surgelati dal Belgio; eccesso di aflatossine in cacao biologico in polvere dal Ghana, attraverso i Paesi Bassi; corpo estraneo (vetro) in preparazione a base di rafano (marca: Demeter, in confezione da 125 g), dalla Germania; eccesso di piombo in cipolle in polvere dall’India; presenza di glutine in uova strapazzate dichiarate “gluten free”; mercurio in marlin indopacifico (Makaira mazara), affumicato, dalla Spagna; mercurio in pesce spada (xiphias gladius), affumicato, dalla Spagna.

cacao cioccolato Aflatossine
Aflatossine in cacao biologico in polvere dal Ghana, attraverso i Paesi Bassi

Nella lista delle informative sui prodotti diffusi nel nostro Paese che non implicano un intervento urgente troviamo: migrazione della formaldeide da ciotola per snack in melamina dalla Cina; cadmio oltre il limite consentito in calamari (Doryteuthis gahi) puliti decongelati; residui di pesticida (Clorpirifos-metile) in pompelmi dalla Turchia, attraverso i Paesi Bassi; richiamato Formaggio di Capra “Pastura” 450g e “Timbal” 300g (Prodotto da Lact – Argudo S.L. ES 15.04457/MA CE – riconfezionate da Ciac 5 snc (IT 07 43 CE) lotto 150621 scad 30/07/21).

Tra i lotti respinti alle frontiere od oggetto di informazione, l’Italia segnala: aflatossine in pistacchi dall’Iran (marchio Sunraisy); Elevati valori di E. coli in mitili (Mytilus galloprovincialis) italiani; livello troppo elevato di migrazione globale da guanti in lattice senza polvere. Questa settimana tra le esportazioni italiane in altri Paesi che sono state ritirate dal mercato i Paesi Bassi segnalano ossido di etilene in buccia di semi di psillio; l’Austria segnala la presenza di arsenico in crostacei.

© Riproduzione riservata

Se sei arrivato fino a qui...

...sei una delle 40 mila persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché diamo a tutti l'accesso gratuito. Il Fatto Alimentare, a differenza di altri siti, è un quotidiano online indipendente. Questo significa non avere un editore, non essere legati a lobby o partiti politici e avere inserzionisti pubblicitari che non interferiscono la nostra linea editoriale. Per questo possiamo scrivere articoli favorevoli alla tassa sulle bibite zuccherate, contrastare l'esagerato consumo di acqua in bottiglia, riportare le allerta alimentari e segnalare le pubblicità ingannevoli.

Tutto ciò è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni Il Fatto Alimentare

Roberto La Pira

  Valeria Nardi

Valeria Nardi
Giornalista

Guarda qui

gamberi

Solfiti non dichiarati in code di scampi congelate… Ritirati dal mercato europeo 73 prodotti

Nella settimana n°19 del 2021 le segnalazioni diffuse dal Sistema rapido di allerta europeo per …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *