Home / Nutrizione / Troppe vitamine e sali minerali nella dieta dei bambini a causa di alimenti fortificati come i cereali per la prima colazione

Troppe vitamine e sali minerali nella dieta dei bambini a causa di alimenti fortificati come i cereali per la prima colazione

bambina vitamine latte frutta
Gli alimenti fortificati  con vitamine e sali minerali possono superare il fabbisogno giornaliero dei bambini

Spesso in alcuni alimenti sono aggiunte grandi quantità di vitamine e minerali, per farli apparire più nutrienti e incrementare le vendite. In questo modo però si può abbellire e migliorare un prodotto nutrizionalmente povero e esporre i bambini a un eccesso di vitamine e minerali. Lo evidenzia un rapporto dell’Environmental Working Group (EWG), ricordando come, secondo molti studiosi, milioni di bambini americani al di sotto degli otto anni assumano troppa vitamina A, zinco e niacina (vitamina B3) assunti da alimenti fortificati, in particolare attraverso i cereali della prima colazione e gli snack.

 

cereali vitamine bambini
Il surplus di vitamine si trova soprattutto in snack e cereali per la prima colazione

Il problema deriva principalmente dal fatto che i valori giornalieri indicati dalla Food and Drug Administration (FDA),  non vengono aggiornati da 34 anni e non tengono conto delle nuove conoscenze scientifiche. Oltre a ciò le indicazioni si riferiscono agli adulti ma vengono applicate anche ad alimenti rivolti principalmente a bambini e sono superiori a quelli calcolati come sicuri dall’Institute of Medicine, che fa parte della National Academy of Sciences. Secondo l’EWG, i valori giornalieri per la vitamina A, lo zinco e la niacina dovrebbero essere ridotti del 75-80% nel caso dei bambini, tenendo presente che la miglior fonte di vitamine e minerali sono i prodotti freschi, come zucca, spinaci, cereali integrali e broccoli.

 

Beniamino Bonardi

© Riproduzione riservata

Foto: istockphoto.com

© Riproduzione riservata

Foto: iStockphoto.com

sostieniProva2

Le donazioni si possono fare:

* Con Carta di credito (attraverso PayPal): clicca qui

Con bonifico bancario: IBAN: IT 77 Q 02008 01622 000110003264

 indicando come causale: sostieni Ilfattoalimentare

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

Close up shot of an young successful man farmer is controlling with his hands at the moment harvested corn grains in a agricultural silo.

Nel 2100 dovremo produrre l’80% di calorie in più per sfamare 11 miliardi di persone. Lo studio pubblicato su PLoS One

Siamo sempre di più, e siamo anche più alti e più grassi. Ciò significa che …

2 Commenti

  1. Avatar

    Ma un eccesso di questi elementi può far male ai bambini? Per esempio per la vitamina C ho sempre sentito dire che un eccesso non fa male, se è troppa il corpo semplicemente la espelle.

    • Avatar

      Io ho sempre sentito dire il contrario 🙂
      : in generale un eccesso di vitamine (e sali vari) fa male e, dove anche non lo facesse, affatica il corpo per niente.
      Questo per gli adulti, figuriamoci per i bambini allora – mi dico.
      Probabilmente succede – in modo più o meno grave – come per il fluoro nei dentrifici: ce lo hanno tutti i marchi più famosi dentro, il problema è che non ci occorre lavare i denti ogni volta con il fluoro.
      Alla fine lo si ingerisce in minima parte almeno 3 volte al giorno (oltre a quello assimilato con il cibo o eventuali integratori) e se si esagera sciupa i denti invece di aiutarli.