;
Home / Nutrizione / Okkio alla salute: in Veneto emergono dati preoccupanti sull’obesità di grandi e piccini

Okkio alla salute: in Veneto emergono dati preoccupanti sull’obesità di grandi e piccini

obesita sovrappeso bambini infanzia Okkio alla salute
Nel 2019 in Veneto nella quasi totalità delle 222 classi prese in esame per condurre l’indagine “Okkio alla Salute” promossa dalle Asl, emerge che tra i bambini della Regione l’1% è in condizioni di obesità grave, il 5% è obeso, il 19% in sovrappeso, il 73% normopeso e l’1% sottopeso. Inoltre, secondo quanto dichiarato dai genitori si è visto che il 20% delle madri è in sovrappeso e il 6% è obeso; mentre tra i padri il 44% è in sovrappeso e il 10% obeso. Dai calcoli si nota un rapporto diretto tra il peso dei genitori e quello dei figli. Quando uno dei due familiari è in sovrappeso il 20% dei bambini risulta in sovrappeso e il 6% obeso. Quando invece un genitore è classificato come obeso i numeri lievitano, il 25% è in sovrappeso e il 14% obeso.

I dati sulla colazione sono altrettanto interessanti. Secondo quanto riportato sul primo pasto della giornata, effettuata il giorno della rilevazione, solo il 55% dei piccoli ha seguito uno schema qualitativamente adeguato, il 5% ha saltato e il 40% ha seguito regole scorrette. Solo il 38% dei bambini consuma a metà mattina una merenda adeguata, quella del 60% è inadeguata e il 2% non la fa per niente. In Veneto i genitori riferiscono che solo il 15% dei bambini consuma la frutta 2-3 volte al giorno e il 25% una sola volta. L’8% dei bambini mangia frutta meno di una volta a settimana o mai.

fast food
Dai calcoli di Okkio alla Salute si nota sovente un rapporto diretto tra il peso dei genitori e quello dei figli

Anche sul fronte del movimento ci sono dati su cui riflettere. Secondo il monitoraggio del 2019 il 15% dei bambini risulta non attivo il giorno antecedente l’indagine. Il 70% ha giocato all’aperto il giorno prima. I maschi più delle femmine. Il 46% dei bambini ha fatto attività sportiva strutturata il pomeriggio antecedente l’indagine e i maschi praticano in media più sport delle femmine. Per quanto riguarda il tempo dedicato ai giochi di movimento, in Veneto, il 42% dei bambini svolge un’ora di attività fisica per due giorni la settimana, il 17% neanche per un giorno e solo il 2% da 5 a 7 giorni.

Nei giorni di scuola i genitori riferiscono che il 64% dei piccoli guarda la TV o usa videogiochi, tablet o cellulare da 0 a 2 ore al giorno, mentre il 32% è esposto quotidianamente alla TV o ai videogiochi, tablet o cellulare da 3 a 4 ore e il 4% per almeno 5 ore. Nel fine settimana i valori aumentano.

Ma l’aspetto interessante è che il 50% delle madri di bambini sovrappeso e il 10% delle madri di figli obesi pensa che il proprio bambino sia in realtà normopeso o sottopeso. Di contro, il 24% delle madri di bambini in sovrappeso e il 48% di quelle con figli obesi ritiene che il proprio bambino mangi troppo. E infine una valutazione delle strutture, per i dirigenti scolastici l’88% delle mense è adeguato e le scuole che offrono agli alunni l’opportunità di effettuare attività fisica sono il 67%. Per i dirigenti il 76% delle scuole possiede una palestra adeguata, il 75% la mensa e il 91% ha un cortile. Il 92% delle scuole prevede una palestra nelle vicinanze o all’interno della propria struttura.

© Riproduzione riservata. Foto: Stock.adobe.com

Il Fatto Alimentare da 11 anni pubblica notizie su: prodotti, etichette, pubblicità ingannevoli, sicurezza alimentare... e dà ai lettori l'accesso completamente gratuito a tutti i contenuti. Sul sito non accettiamo pubblicità mascherate da articoli e selezioniamo le aziende inserzioniste. Per andare avanti con questa politica di trasparenza e mantenere la nostra indipendenza sostieni il sito. Dona ora!

Roberto La Pira

  Roberto La Pira

Roberto La Pira
Giornalista professionista, laurea in Scienze delle preparazioni alimentari

Guarda qui

Elementary Pupils Enjoying Healthy Lunch In Cafeteria mensa scolastica scuola bambino

Mense scolastiche: dalla ricerca Crea nuovi menù green e nutrizionalmente bilanciati

Nell’ambito del progetto NutriSUSFood – Nutritional security for healthy and SUStainable food consumption (Sicurezza nutrizionale per un …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *