Home / Pianeta / Cento ghiaccioli fatti con l’acqua inquinata dell’isola asiatica di Taiwan. Premiati a un concorso di design tenutosi a Taipei

Cento ghiaccioli fatti con l’acqua inquinata dell’isola asiatica di Taiwan. Premiati a un concorso di design tenutosi a Taipei

ghiaccioli
I ghiaccioli, realizzati da tre studenti di design, vogliono dare un’immagine dell’inquinamento delle acque di Taiwan

Tre studenti dell’Università nazionale delle Arti di Taiwan hanno scelto una via originale per sensibilizzare l’opinione pubblica sullo stato di inquinamento delle acque dell’isola asiatica, realizzando una linea di cento ghiaccioli “inquinati”, chiamati Polluted Water Popsicles e ai quali è stata dedicata anche una pagina Facebook.

I tre studenti di design –  Hung I-chen, Guo Yi-hui e Cheng Yu-ti – hanno prelevato acqua da cento fonti diverse dell’isola cinese – laghi, fiumi, rive marine, porti – e realizzato altrettanti ghiaccioli, rivestendoli di resina di poliestere, per conservarli. Sul bastoncino di ogni pezzo è indicata l’origine dell’acqua.

Il risultato finale è molto interessante, visto che ogni ghiacciolo mostra in trasparenza e nei colori tracce di plastica, metalli, insetti, arsenico, mercurio e ogni altro genere di materiale e sostanza nociva presenti nella fonte. I ghiaccioli “inquinati”, confezionati per l’occasione in attraenti packaging, sono stati presentati e premiati allo Young Pin Design Award, tenutosi al World Trade Center di Taipei.

© Riproduzione riservata

sostieni

Le donazioni si possono fare:

* Con Carta di credito (attraverso PayPal): clicca qui

* Con bonifico bancario: IBAN: IT 77 Q 02008 01622 000110003264

 indicando come causale: sostieni Ilfattoalimentare

  Beniamino Bonardi

Beniamino Bonardi

Guarda qui

Coronavirus: quanto sopravvive nell’ambiente? Poco. Basta disinfettare con alcol e candeggina per stare tranquilli

Il numero di  persone colpite dall’epidemia di coronavirus continua ad aumentare. Oggi è stata superata …