Home / Prezzi / Succhi di frutta: a Verona il 40% delle confezioni vendute nei supermercati ha la marca del distributore

Succhi di frutta: a Verona il 40% delle confezioni vendute nei supermercati ha la marca del distributore

Nel settore delle bevande a base di frutta composte da succo al 100%, i supermercati e gli ipermercati sono riusciti a imporre la propria marca, diventando leader di mercato. I produttori “occulti” dei succhi sono aziende come Zuegg, o Conserve Italia (che tra gli altri produce Valfrutta, Yoga, Derby Blue, Cirio) e altri nomi famosi (vedi tabella).

 

In genere sugli scaffali si trovano confezioni da un litro, di una o due marche leader, affiancate dal succo firmato dal supermercato e da un prodotto di primo prezzo dal nome poco conosciuto. Si tratta di consumi consolidati per i quali la fedeltà alla marca non è fondamentale e ormai i clienti si fidano del proprio punto vendita anche perchè hanno un vantaggio economico significativo.

 

Da una rilevazione realizzata da Ilfattoalimentare.it a Verona, risulta che le marche private o di fantasia hanno un prezzo inferiore del 20% circa rispetto ai prodotti ledear di mercato (Skipper e Santal).

 

Queste differenze possono dipendere o da un prezzo molto basso applicato dall’insegna ai propri prodotti, oppure da un rincaro, eseguito sempre dal distributore, sui succhi delle marche leader.

Nei supermercati Simply e Noi Voi un litro di succo con il marchio dell’insegna costa un euro. La convenienza massima tra prodotto di marca e succo del supermercato si riscontra da Migross, dove sono più cari i listini di Santal (1,68 €) e Skipper (1,45€), mentre la provate label costa il 30% in meno.

 

Se i succhi con il marchio del supermercato hanno un prezzo competitivo, la convenienza aumenta ancora considerando i prodotti sullo scaffale proposti con il prezzo più basso, il cosidetto “primo prezzo”. In questa categoria, a Verona, sono stati rilevati diversi marchi: S-Budget di Despar, Primo Prezzo di Auchan e Valis di Iper. In questo caso il listino scende del 30-40% rispetto al leader.

 

Il discorso fatto sino ad ora riguarda solo il prezzo e non la qualità del prodotto. Per valutare la bontà di un succo 100% bisogna assaggiarlo e apprezzare l’assenza di retrogusto, di sapore di cotto e il sapore di arancia o di ananas.

 

Un recentissimo test di degustazione condotto su 11 succhi di arancia 100% dalla trasmissione A bon entendeur della  rete televisiva svizzera RTS, ha bocciato 2 prodotti, altri quattro hanno ricevuto un giudizio medio, e solo cinque hanno superato bene la prova.

 

Francesca Avalle

 

 

Succhi di frutta  100% – Verona

marca del supermercato

nome del produttore

Auchan

Conserve Italia

Billa

La Doria

Despar

Fruttagel

Esselunga

Zuegg

Iper

La Doria

Migross

Quargentan

Noi Voi

Sterilgarda

Pam e Panorama

Conserve Italia

Selex

La Doria

Simply

Conserve Italia

Rilevazione effettuata per Ilfattoalimentare.it a Verona nel marzo 2012

Foto: Photos.com

 

Avatar

Guarda qui

Olio extra vergine coop sottocosto

Olio extravergine a 2,99 €/l e olio Toscano Igp a 1,99 € per mezzo litro: continuano le promozioni impossibili

Dopo l’olio extravergine d’oliva Costa D’oro, Coricelli e Sagra venduti da Esselunga a 2,99 €/l, …