Home / Sicurezza Alimentare / Riconfezionare prima della scadenza…..si può fare ma con attenzione

Riconfezionare prima della scadenza…..si può fare ma con attenzione

Quanti consumatori sanno che alcuni prodotti alimentari ritirati dagli scaffali in prossimità della data di scadenza o del termine minimo di conservazione diventano ingredienti di altre preparazioni?

Stiamo parlando di biscotti che vengono sbriciolati e aggiunti all’impasto per produrre nuovi biscotti, di prosciutto cotto o crudo e di formaggi stagionati, rilavorati e trasformati in ripieni per ravioli o tortellini. In alcuni casi è possibile effettuare una semplice tolettatura eliminando le parti esterne (come fa il fruttivendolo quando toglie le foglie esterne dell’insalata). Nel caso degli alimenti prossimi al termine minimo di conservazione, il riconfezionamento è possibile solo dopo aver valutato attentamente se l’alimento risulta ancora idoneo al consumo, scegliendo una durabilità adeguata alle nuove condizioni. In altri casi è necessario sottoporre l’alimento a trattamenti tecnologici bonificanti, come si fa per i formaggi che vengono fusi. È invece assolutamente vietata ogni forma di cosmesi di alimenti che presentano alterazioni microbiche o chimiche, come pure la correzione di odori, sapori o dell’acidità.

Tutto ciò è permesso dalla legge, perché si tratta di materie prime idonee al consumo, rilavorate proprio come si fa per vetro, carta, plastica. Si tratta di operazioni condotte nelle aziende in modo automatico, che ora verranno regolamentate dall’UE. In questa situazione  anche i consumatori svolgono un ruolo importante. Molti considerano erroneamente la data sulle etichette dei prodotti a lunga conservazione un limite molto rigido, in prossimità del quale il cibo è da cestinare e non è più commestibile. Non è vero: questa regola vale per la data di scadenza dei prodotti freschi, mentre quella indicata sugli altri prodotti è un riferimento elastico, tanto che le aziende riutilizzano ancora questi prodotti senza violare la legge.

 

Guarda qui

Mixed Vegetables Isolated on a White Marble Background

Epidemia di listeriosi in cinque paesi europei collegata a mais e ortaggi surgelati prodotti in Ungheria. 47 persone colpite dal 2015, 9 morti

Un focolaio di listeriosi che dal 2015 sta interessando cinque paesi europei sembra essere stato …