;
Home / Prezzi / Multa di 106 milioni di euro a cinque produttori di birra in Germania: si erano messi d’accordo sull’aumento dei prezzi

Multa di 106 milioni di euro a cinque produttori di birra in Germania: si erano messi d’accordo sull’aumento dei prezzi

produttori di birra bottiglie vetro 176821707
L’Antitrust tedesca ha inflitto multe per 106,5 milioni di euro a Bitburger, Krombacher, Veltins, Warsteiner ed Ernst Barre.

L’Antitrust tedesca ha inflitto multe per complessivi 106,5 milioni di euro a cinque tra i principali produttori di birra nazionali: Bitburger, Krombacher, Veltins, Warsteiner ed Ernst Barre. Le aziende sono colpevoli di aver costituito un cartello illegale per concordare l’aumento dei prezzi, che tra il 2006 e il 2008 ha portato all’aumento da cinque a sette euro per un ettolitro di birra alla spina e all’incremento di un euro su ogni cassa da venti bottiglie.

Sono state condannate anche sette persone, responsabili della gestione del cartello, che è iniziato con riunioni congiunte ed è proseguito con contatti personali e telefonici. Inizialmente, l’intesa illegale ha coinvolto i produttori nazionali, allargandosi poi anche ad alcuni regionali, con il coinvolgimento attivo dell’associazione di categoria.

 

birra bere uomo alcolici 87593625
È probabile che il costo delle multe venga scaricato sui consumatori, con un ulteriore aumento dei prezzi della birra, perché i margini di profitto sono molto bassi

L’inchiesta dell’Antitrust tedesca è partita un anno e mezzo fa su segnalazione di un grande produttore estero, Anheuser-Busch InBev, che aveva rilevato irregolarità nel comportamento della propria filiale in Germania e che per questo si è visto condonare la pena pecuniaria. Le altre compagnie, ad eccezione di Ernst Barre, hanno collaborato all’indagine e hanno avuto una riduzione della sanzione.

L’Antitrust tedesca avverte che si tratta solo delle prime multe e che si sta indagando su altri due produttori e quattro birrifici della Renania Settentrionale-Vestfalia, oltre che dell’associazione di categoria della regione. L’edizione tedesca del Local scrive che, secondo fonti industriali, le altre due compagnie produttrici indagate sarebbero la danese Carlsberg e la tedesca Raderberger.

 

Secondo quanto riferisce Der Spiegel, è probabile che il costo delle multe venga scaricato sui consumatori, con un ulteriore aumento dei prezzi della birra, perché i margini di profitto sono molto bassi, come ha dichiarato Sepp Gail, presidente dell’Associazione tedesca di rivenditori di bevande.

 

Beniamino Bonardi

© Riproduzione riservata

Foto: Photos.com

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

Gruppe Kinder in der Kantine beim Mittagessen

Mensa scolastica, 80 euro la spesa media di una famiglia per ogni bambino. L’indagine di Cittadinanzattiva

Nell’anno scolastico che sta per terminare, le famiglie italiane hanno speso ogni mese 80 euro …

Un commento

  1. Avatar

    Curioso. Questo articolo biasima i produttori tedeschi di birra per aver alzato “artificiosamente” i prezzi.
    Quello a fianco biasima le autorità inglesi perché si sono lasciate convincere a NON alzare il prezzo degli alcolici …
    Forse la “virtù” sta nella tassazione ?