Home / Sicurezza Alimentare / Contraffazioni e truffe: "Italia a Tavola 2012", il IX Rapporto sulla sicurezza alimentare del MDC e Legambiente

Contraffazioni e truffe: "Italia a Tavola 2012", il IX Rapporto sulla sicurezza alimentare del MDC e Legambiente

Mozzarella di Bufala Campana DOC prodotta a Milano o con latte vaccino proveniente dall’estero, olio extra vergine di oliva confezionato con olio di semi, colorato e deodorato per trarre in inganno gli occhi e i nasi dei compratori, pesce abusivamente decongelato e presentato come fresco, mitili allevati in acque inquinate, prodotti congelati cinesi scaduti e rietichettati, conserve di San Marzano ricavate da pomodori esotici, vini sofisticati e annacquati, tuberi nordafricani privi di valore spacciati per tartufi dopo essere stati trattati con aromi artificiali…

 

È tutto racchiuso nel IX Rapporto sulla sicurezza alimentare presentato dal Movimento di Difesa del Cittadino e da Legambiente: “Italia a Tavola 2012”, così s’intitola il report, racconta i vizi e le frodi che nel 2011 hanno macchiato l’eccellenza della filiera agroalimentare italiana e mostra quali manipolazioni truffaldine abbiano subito alcuni prodotti tipici, di qualità o a marchio DOP.

 

La frode alimentare è un business in crescita che fa gola alla criminalità organizzata.

A tutelare la nostra salute e la nostra tranquillità, nel solo 2011 sono stati realizzati 205mila controlli, cui si aggiungono le oltre 900mila ispezioni aziendali realizzate dal Servizio Sanitario Nazionale.

 

MdcQuesti interventi hanno condotto al sequestro di oltre 24 milioni di chili di prodotti, per un valore di 850 milioni di euro. E se da un lato i numeri dei controlli effettuati confermano l’efficienza del nostro sistema di tutela della salute alimentare, dall’altro i numeri delle frodi confermano quanto l’informazione costituisca un essenziale strumento nelle mani del consumatore.

 

 

Anissia Becerra

 

Scarica “Italia a Tavola 2012”, il IX Rapporto sulla sicurezza alimentare del Movimento Difesa del Cittadino e Legambiente

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

Woman pouring filtered water from filter jug into glass on kitchen. Modern kitchen design. Healthy lifestyle

Filtri per l’acqua e Pfas: bene quelli a osmosi inversa, risultati imprevedibili per quelli a carboni attivi. Lo studio americano

Gli ubiquitari Pfas, acidi perfluoroalchilici, si ritrovano spesso nell’acqua potabile, in quantità non sempre considerate …