Home / Etichette & Prodotti / Motta lancia il nuovo Buondì integrale: è l’unica versione della brioche senza olio di palma

Motta lancia il nuovo Buondì integrale: è l’unica versione della brioche senza olio di palma

Motta ha lanciato i Buondì Integrali, l’unica versione della merendina senza olio di palma

È di questi giorni il lancio di una nuova versione, quella integrale, di Buondì Motta, una delle merendine più famose di sempre in Italia. Non è una novità assoluta: il Buondì Integrale Motta era già stato proposto alcuni decenni fa. Ancora oggi si può trovare su Youtube la pubblicità degli anni ’90. La versione attuale tuttavia si distingue in maniera più netta dagli altri 5 della gamma.

A prima vista, già la confezione si differenzia per i colori pastello, il richiamo alla natura di un canovaccio di tela sul quale sono appoggiate due brioches e infine la pioggia di semi e cereali che “macchiano” tutta la confezione. Non ci sono dubbi sul prodotto, la scritta azzurra campeggia su uno sfondo che sembra legno: “Integrale con cereali semi di lino e di girasole”.

Anche questo Buondì, così come le altre versioni (fatta eccezione per quello al cioccolato), dichiara di avere il 30% di grassi in meno rispetto alla media delle merendine più vendute, rimandando al sito dell’associazione di categoria Aidepi per la visione dei test comparativi. Non solo ha il 30% di grassi in meno ma è l’unico della linea che non ha olio di palma, ma soltanto olio di semi di girasole. Quindi nella tabella dei valori nutrizionali scende il peso degli acidi grassi saturi.

Sulla confezione dei nuovi Buondì Motta integrali sono riportati i valori nutrizionali solo per 100 g di prodotto

Tuttavia, all’elemento positivo costituito dall’assenza di olio o grasso di palma, si contrappone l’utilizzo di farina di frumento con l’aggiunta di crusca ,anziché la farina integrale ricavata dalla macinazione del seme di grano intero, che conterrebbe tutte le parti del chicco.

Per quanto riguarda il prezzo, l’integrale costa di più: 40 centesimi a merendina, circa 10 centesimi in più degli altri Buondì, pari a 12 euro al kg contro i 7,25 euro dei Buondì farciti e i 9 euro del classico. Sul fronte dell’etichetta, è da segnalare in positivo la messa in evidenza delle informazioni per lo smaltimento degli imballaggi, l’indicazione del numero verde e dell’assenza di ingredienti OGM, elementi comuni a tutta la gamma di Buondì.

Viceversa la tabella nutrizionale del Buondì integrale è più scarna delle altre: vengono riportati solamente i valori medi per 100 grammi omettendo le indicazioni per singola merendina e le percentuali per ciascun elemento nutritivo sulle assunzioni di riferimento. Tali valori sono stati conteggiati in base alle assunzioni di riferimento medie per adulto e messi a confronto con il Buondì classico, senza farcitura. Le differenze nell’apporto nutrizionale sono ridotte: nella versione  integrale contiene meno grassi saturi e un po’ meno zuccheri. L’incidenza sull’apporto medio giornaliero è inferiore in particolare per gli acidi grassi saturi; mangiando un Buondì classico si assume il 10% del valore di riferimento  giornaliero con la versione integrale il dato scende al 4%.

© Riproduzione riservata

sostieni

Le donazioni si possono fare:

* Con Carta di credito (attraverso PayPal). Clicca qui

* Con bonifico bancario: IBAN: IT 77 Q 02008 01622 000110003264

 indicando come causale: sostieni Ilfattoalimentare.  Clicca qui

  Valeria Torazza

Valeria Torazza
analisi di mercato

Guarda qui

bi san bernardo arancia amara nutri-score zucchero

San Bernardo, l’aranciata amara Bi contiene 5,3 zollette di zucchero in un bicchiere da 250 ml!

Bere è importante e in estate ancora di più. Ovunque si possono trovare consigli più …

3 Commenti

  1. Dobbiamo fare attenzione al fatto che ogni prodotto privato dell’olio di palma non sia trasformato improvvisamente in qualcosa di sano,soprattutto per i bambini. La qualità degli ingredienti per i prodotti industriali rimane bassa; quello che colpisce, è la presenza di 26 grammi di zuccheri semplici in un prodotto integrale…una quantità a dir poco assurda. Sono 9 grammi a pezzo. Per non parlare delle trasformazioni che subisce l’olio di girasole alle alte temperature.

  2. Con o senza olio di palma le merendine sono sempre cibi da mangiare saltuariamente. D’accordo con il commento di Gianni sul mediocre olio di girasole

  3. Vi rendete conto? Ci spacciano alimenti integrali quelli fatti con farina normale e una piccola aggiunta di crusca. E ovviamente non avendo tempo di approfondire compriamo queste merendine dalla rassicurante confezione pensando di far cosa giusta per i nostri figli. Ma se tutti fossimo informati e smettessimo di acquistare questi alimenti?