;
Home / Pianeta / Anche quest’anno il Giappone riprende la caccia alle balene

Anche quest’anno il Giappone riprende la caccia alle balene

caccia alle baleneQuattro barche per la caccia alle balene hanno lasciato i porti giapponesi per le acque costiere mentre il paese ha iniziato la sua terza stagione di caccia commerciale alla balena ripresa nel 2019, dopo una pausa di oltre 30 anni.

Con un’altra barca che si unirà all’operazione a giugno, si prevede che un totale di cinque barche cattureranno 120 balenottere minori nelle acque al largo della costa di Sanriku e di Hokkaido entro la fine di ottobre, secondo l’Agenzia per la pesca.

Il Giappone ha ripreso a cacciare le balene per scopi commerciali il 1° luglio 2019, un giorno dopo aver ufficialmente lasciato la Commissione baleniera internazionale. In qualità di membro IWC, il Giappone aveva interrotto la caccia commerciale alla balena nel 1988, ma aveva comunque continuato a catturare minori quantità di esemplari per quelli che chiamava scopi di ricerca, una pratica criticata a livello internazionale come copertura per la caccia commerciale.

© Riproduzione riservata

Se sei arrivato fino a qui...

...sei una delle 40 mila persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché diamo a tutti l'accesso gratuito. Il Fatto Alimentare, a differenza di altri siti, è un quotidiano online indipendente. Questo significa non avere un editore, non essere legati a lobby o partiti politici e avere inserzionisti pubblicitari che non interferiscono la nostra linea editoriale. Per questo possiamo scrivere articoli favorevoli alla tassa sulle bibite zuccherate, contrastare l'esagerato consumo di acqua in bottiglia, riportare le allerta alimentari e segnalare le pubblicità ingannevoli.

Tutto ciò è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni Il Fatto Alimentare

Roberto La Pira

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

Bumblebee sucks nectar from the flower with her long tongue bombo fiore glifosato impollinatori

Il declino degli impollinatori: una catastrofe per le piante che dipendono dagli insetti per riprodursi

Gli insetti impollinatori, a cominciare dalle api, sono in drastico calo in tutto il mondo, …

5 Commenti

  1. Avatar

    A meno di non essere vegetariani, non capisco perchè chi mangia carne (manzo, agnello, vitello ecc.) si indigni per la caccia alle balene o a qualunque altro cetaceo…

    I cetacei hanno più diritto di vivere rispetto ad altri mammiferi?

    • Avatar

      Di fatto manzo e agnelli e vitelli sono allevati e quindi cè molta più possibilità di rifornimento. BALENE e balenottere o altri cetacei non possono essere allevati in cattività quindi un pesca sconsiderata porterebbe la specie all estinzione

  2. Avatar

    Bisognerebbe vietare una volta per tutte al Giappone la caccia verso questi splendidi giganti del mare e farlo anche velocemente..

  3. Avatar

    Se sono belli ed empatici ci indigna la loro strage, se sono “bestiame” ben venga un’intera vita di sfruttamento, abuso e morte.

    A chi si scandalizza solo per i comportamenti in-umani nei riguardi dei “belli e simpatici” c’è del materiale per indignarsi sempre in Giappone con l’annuale mattanza dei delfini a Settembre, nella baia di Taiji in 1700 finiranno macellati nel piatto, o venduti ai delfinari, o usati per ricerca (cuccioli compresi).

    Film documentario “The Cove” di Louie PsihoyosLa baia dove muoiono i delfini.

    Invece la mattanza dei tonni a Carloforte, Porto Scuso e Porto Paglia (Sardegna) non fa specie, perchè i tonni non sorridono come i delfini…

  4. Avatar

    Quante ne potrei dire ma ormai tutto è nel nome del denaro e dato che l essere disumano ne è totalmente avido nessuna speranza!!!!
    Dovrebbe dimezzarsi il numero dei disumani per poter respirare un poco di più!!!
    Intanto tutti ma proprio tutti si vergognino! Almeno quello…