Home / Nutrizione / Gambero rosso, Inran e WWF firmano un nuovo programma di educazione alimentare destinato ai bambini.

Gambero rosso, Inran e WWF firmano un nuovo programma di educazione alimentare destinato ai bambini.

Gamberetto sbarca in tv. Dopo il successo dell’allegato  destinato ai più piccoli venduto insieme alla rivista mensile Gambero Rosso, è ora la volta di una trasmissione dove i protagonisti sono i bambini e il cibo. Girato in una fattoria didattica in provincia di  Roma il programma è stato annunciato proprio dai due presentatori: Francesca Barberini e Andrea Golino. Otto piccoli chef dagli 8 ai 10 anni, saranno i protagonisti del programma: Lodovica, Mattiam Gillian, Rebecca, Emanuele, Paglia, Denise, Yanit e Mattia.

Non si parlerà solo di cucina e gastronomia, ma soprattutto educazione alimentare sana e sostenibile. Due importanti partner fanno infatti da corollario a un programma che vuole puntare proprio alla qualità in senso lato del cibo: l’Inran (l’Istituto nazionale per al ricerca di alimenti e nutrizione) e il WWF. Come ha spiegato il presidente di Gambero Rosso, Paolo Cuccia «la nostra società si occupa troppo poco di bambini. Stiamo tutti diventando più egoisti e stiamo perdendo la nostra capacità generativa e la nostra generosità. Si tratta di un ragionamento che porta a toccare il tema della sostenibilità ambientale e anche delle sane regole dell’alimentazione».

A rappresentare l’Inran Andrea Ghiselli che ha partecipato personalmente alla registrazione delle puntate di Gamberetto: «Come Istituto lavoriamo molto con le nuove generazioni sia perché loro saranno gli adulti di domani, adulti che dovranno saper mangiare, sia perché tramite i bambini le buone abitudini si trasferiscono in famiglia. E così si educano anche gli adulti. Parlando ai più piccoli il primo consiglio che mi sento di dare non è mangiare di meno, ma muoversi di più. E per muoversi non intendo uno sport strutturato di due o tre volte la settimana. Intendo il movimento spontaneo, quello che deriva dal gioco in compagnia».

Bambini quindi che scoprono, gustano, cucina e imparano. Imparano anche l’impatto ambientale che consumare una ciliegia mangiata in inverno e proviente dall’altra parte del mondo può avere. «Gli alimenti – ha spiegato Eva Alessi, responsabile sostenibilità del WWF – non sono solo alimenti ma sono frutto di un intreccio di azioni che hanno delle conseguenze sull’ambiente. L’uomo come tutte le specie è correlato all’ambiente in cui vive e da esso dipende». Non sembra semplice comunicare a dei bambini di 8 anni certi concetti. Eppure Alessi ricorda come con alcune semplici regole si può fare molto: «Intanto rispettare le stagioni e preferire il biologici e i prodotti della filiera corta. Mangiare un po’ meno carne e per il pesce stare attenti a non consumare le specie ittiche sovrasfruttate ed evitare gli sprechi».

L’appuntamento con Gamberetto è ogni sabato alle 19 su Gambero Rosso Channell a partire dal prossimo 17 settembre. Lo stesso giorno alle 18.30 sarà la volta di un altro programma, Junior Masterchef, la versione junior del popolare gameshow gastronomica per la prima volta in Italia.

Fonte Silvia Biasotto (Help Consumatori)

Foto: Photos.com

 

Guarda qui

Woman Suffering Toothache After Eating Chocolate

Zucchero & carie: è il momento di scelte radicali per la salute dentale. A partire dalle responsabilità di Big Sugar

Le campagne di salute pubblica hanno troppo spesso ignorato quella dentale, ma ora è indispensabile …