Home / Etichette & Prodotti / Cereali da colazione: Nestlé propone i Fitness Delice anche in monoporzione. Comodi per i pasti fuori casa, ma poco convenienti

Cereali da colazione: Nestlé propone i Fitness Delice anche in monoporzione. Comodi per i pasti fuori casa, ma poco convenienti

Nestlé propone i cereali da colazione Fitness Delice in bicchiere monoporzione

Fitness Delice di Nestlé è una marca di cereali per la prima colazione e snack ideati per un target giovane-adulto, tendenzialmente femminile, come appare evidente considerando soltanto l’immagine della silhoutte in etichetta. Come si era già detto (Il Fatto Alimentare ne ha parlato qui) i Fitness Delice presentano caratteristiche positive, se confrontati con altri presenti sul mercato, per la quantità di fibre e il ridotto contenuto di grassi (come giustamente ci si dovrebbe aspettare dai cereali per la prima colazione). Tuttavia, sono piuttosto elaborati e i due gusti (cioccolato e frutti rossi) hanno una lista di ingredienti differente piuttosto lunga, il che non è un buon indicatore di naturalità.

Si torna a parlare di Fitness Delice non tanto per il prodotto in sé, quanto per la nuova proposta in monoporzione. Un bicchiere, in materiale plastico, contiene 45 g di “cereali per la prima colazione con vitamine, calcio e ferro”.  Sulla copertura è indicato come si consuma il prodotto: “apri, aggiungi yogurt o latte, gusta!”, il tutto corredato dalle immagini.

I principali punti critici del nuovo formato sono legati all’impatto ambientale della confezione e al prezzo. Il barattolo è in polipropilene (la sigla sul fondo è PP 05) e va quindi differenziato con la plastica. In etichetta però non ci sono indicazioni in merito allo smaltimento. Nel supemercato Carrefour dove sono stati acquistati non è presente la scatola di cereali in formato famiglia, tuttavia il prezzo del monodose è elevato in assoluto. Il bicchiere costa 99 centesimi, un costo paragonabile a quello di una brioche al bar.In ogni caso questi cereali in monoporzione costano 22 €/ kg, più del doppio rispetto a quelli in confezione da 350-375 g. Alla fine portare questi cereali  n ufficio o fuori casa per consularli con una tazza di latte costa parecchio.  C’è da chiedersi se non vale la pena prepararsi il monodose da sé, riempiendo un contenitore con 7 cucchiai di cereali acquistati nella classica scatola.

© Riproduzione riservata

sostieni

Le donazioni si possono fare:

* Con Carta di credito (attraverso PayPal). Clicca qui

* Con bonifico bancario: IBAN: IT 77 Q 02008 01622 000110003264

 indicando come causale: sostieni Ilfattoalimentare.  Clicca qui

  Valeria Torazza

Valeria Torazza
analisi di mercato

Guarda qui

delicious scallops and vegetables pie

Proposta l’etichettatura obbligatoria degli alimenti per vegetariani o vegani. Partita l’iniziativa popolare europea

Il 12 novembre è iniziata la raccolta di adesioni a una proposta di iniziativa popolare …