;
Home / Coronavirus / Coronavirus, si possono disinfettare le mascherine monouso? Meglio di no, si rischia di renderle inefficaci

Coronavirus, si possono disinfettare le mascherine monouso? Meglio di no, si rischia di renderle inefficaci

Nel pieno della pandemia di Covid-19 e con le mascherine spesso difficili da reperire, ci si ritrova di frequente a dover riutilizzare anche quelle monouso. È naturale quindi che le persone si chiedano se sia possibile disinfettarle in qualche modo e come farlo. Su internet, naturalmente, hanno subito cominciato a comparire consigli di igienizzazione più o meno efficaci. Per questo, la rivista francese Que Choisir ha cercato di mettere ordine tra i metodi proposti.

Dato che il coronavirus Sars-CoV-2 è vulnerabile alle alte temperature, potrebbe venire la tentazione di sterilizzare le mascherine in forno. La scuola di medicina di Stanford ha spiegato che, affinché la sterilizzazione sia efficace, la mascherina deve essere messa in forno a 70°C per 30 minuti, senza alcun contatto con le superfici metalliche dell’elettrodomestico. Non si tratta di un metodo di facile applicazione in un forno domestico, perché sarebbe necessario appendere la mascherina a un supporto di legno. Se invece vengono appoggiate, ad esempio, su una teglia metallica (che conduce il calore), le mascherine chirurgiche sono destinate a rovinarsi o addirittura a sciogliersi.

La sanificazione delle mascherine in forno è difficile da realizzare a livello domestico

È sconsigliato anche l’uso del microonde. Questo perché nella maggior parte delle mascherine è presente una componente metallica a livello del naso, che potrebbe produrre scintille durante il funzionamento dell’elettrodomestico. Il rischio è che invece di sterilizzarsi, la mascherina prenda fuoco.

Da evitare anche l’uso di alcol e candeggina, che alcuni suggeriscono di spruzzare. Entrambi i prodotti riducono la capacità filtrante. Inoltre, la candeggina persiste a lungo e anche dopo diversi risciacqui i vapori possono irritare le vie aree di chi indossa la maschera.

Un altro metodo prevede di tenere sospesa la mascherina sopra una pentola di acqua in ebollizione per 10 minuti. Sicuramente è un metodo semplice, ma attenzione al rischio scottature a cui si va incontro se non si riesce a trovare un modo per tenere appesa la maschera mantenendo le distanze. Inoltre, è bene ricordare che la disinfezione a vapore può essere ripetuta solo cinque volte, oltre le quali l’efficacia della mascherina non è più garantita.

mascherina chirurgica
Per riutilizzare le mascherine monouso, il metodo migliore è lasciarle appese all’aria per qualche giorno, per dare il tempo al virus di inattivarsi da solo

Il metodo migliore per sanificare le mascherine monouso resta quello di lasciarle appese all’aria per qualche giorno. In questo periodo il virus si inattiva spontaneamente. Il coronavirus non è in grado di sopravvivere fuori dall’organismo umano oltre a un tempo variabile tra qualche ora e qualche giorno, in relazione ala superficie e alle condizioni ambientali.

Il discorso è diverso per le mascherine lavabili, che possono essere sottoposte a trattamenti diversi a seconda del materiale. Quelle in tessuto non tessuto (Tnt), per esempio, possono essere lavate in lavatrice, seguendo le istruzioni del produttore sulla temperatura (anche 90°C) e sul numero massimo di lavaggi, ma non possono essere stirate. Le mascherine in cotone, invece, oltre ad essere lavabili in lavatrice ad alte temperature, possono essere stirate, magari usando anche la funzione vapore, assicurando un ulteriore livello di sanificazione.

© Riproduzione riservata

  Giulia Crepaldi

Giulia Crepaldi

Guarda qui

Polli allevamento

Influenza aviaria: a che punto siamo? Forse il problema è stato superato ma milioni di polli sono stati soppressi

L’epidemia di influenza aviaria ad alta patogenicità in Veneto e Lombardia sta decisamente rallentando, grazie …

30 Commenti

  1. Avatar

    Lavabili o non lavabili, anche per me il modo migliore è appenderle all’esterno in posizione riparata segnando la data di utilizzo e lasciare passare una settimana prima di riutilizzarle, con una piccola scorta e considerate le limitazioni attuali ci si può destreggiare.
    Nel momento in cui non se ne trovava mi sono arrangiato con materiale casalingo tipo sciarpe e tovaglioli con elastici annodati perchè sono sempre stato convinto che ripararsi anche con mezzi di fortuna era meglio , molto meglio in termini di probabilità……a dispetto di considerazioni di esperti (?) fino a ieri in azione , sento ancora l’eco di chi diceva di non fare terrorismo………

  2. Avatar

    ho visto un video di una farmacista he descrive un metodo che può essere utilizzato senza bagnarle e, quindi, senza ridurre il potere filtrante . Si appende con i due elastci al bordo di un contenitore contenente sul fondo dell’alcool denaturato. poi si chiude con un coperchio lasciandola esposta ai vapori dell’alcool per 2-4 ore al massimo

  3. Avatar

    Vorrei sapere una cosa per cortesia: io ogni tanto le riutilizzo quelle non lavabili e le sterilizzo con i disinfettante quello in gel per le mani. Faccio bene o non serve a nulla? grazie mille.

    • Giulia Crepaldi
      Giulia Crepaldi

      Gentile Marco,
      i gel igienizzanti per le mani sono gel a base alcolica. Se si stratta di una mascherina chirurgica, l’uso di prodotti alcolici, secondo quanto riportato dalla guida di Que Choisir, potrebbe comprometterne la capacità filtrante e quindi l’efficacia.

    • Avatar
      Nicoletta Scalzotto

      In Microonde si possono sterilizzare quelle senza la clip di ferro? Non è chiaro
      Grazie

    • Avatar
      Anna Maria Tagliati

      Buonasera!
      Ho uno sterilizzatore Beghelli per gli spazzolini da denti. Potrebbe essere utilizzato per sterilizzare le mascherine?
      Se sì è poi possibile riutilizzarlo per gli spazzolini?
      E sempre se fosse sì, per quante volte si possono poi utilizzare?

  4. Avatar

    Salve, io le spruzzo con uno spruzino a mano con acqua ossigenata 3% quella comune a 10vol. E le lascio asciugare oppure semplicemente la lascio al sole sul cruscotto della macchina

  5. Avatar

    Sia quelle chirurgiche che quelle in stoffa possono essere sanificate con vapore del ferro da stiro per qualche minuto. Appoggiate sull’asse da stiro , coperte da un asciugamano , quindi “stirate” a vapore per qualche minuto.
    Si veda a tal proposito un video su Youtube del dott. Varbella primario all’ospedale di Rivoli ( To ) dove evidenzia il trattamento

  6. Avatar

    Se sono monouso la cosa migliore è buttarle dopo l’uso, appunto. Tato costano 1 euro e se si usano per andare a fare la spesa (ossia 1 volta alla settimana).
    Sarebbe interessante invece sapere se e come si possono disinfettare le mascherine FFP2 ed FFP3, ossia le uniche che realmente danno una protezione dal contagio.

  7. Avatar
    Vladimiro Merlin

    Ho letto l’articolo sulla disinfezione delle mascherine, non si parla della esposizione ai raggi ultravioletti, cioè, se si espongono le mascherine al sole per alcune ore, possono risultare disinfettate dal virus?

  8. Avatar

    Ma non bastano tre ore all’aria?

  9. Avatar

    Io le sterilizzo anche con un apparecchio a Raggi U. V. a 253 nM. Batteri, spore e virus sono fatti fuori.

  10. Avatar

    Non tento di sterilizzare le mascherine, ma le lascio appese all’aria tra una spesa settimanale al super e l’altra, e lo stesso faccio per le borse di tela in cui ripongo la spesa.

    Questo perché pur usando guanti eccetera le borse arrivano dall’esterno e si manegiano dopo aver toccato carrello, scaffali, contenitori, tastiera bancomat, bagagliaio eccetera e non è che si possano mettere ogni volta in lavatrice.

    Allora a scanso rischi le poso a terra, non sul tavolo, e poi con le mani lavate le vuoto e sistemo la spesa, poi vado ad appenderle all’aria e al sole, e poi mi rilavo le mani… che stress.

    Mauro

  11. Avatar
    marco andrea giuseppe bonetti

    io mi sto atrezzando con delle lampade UVC LED da 50W … ma per ora le appendo come salami all’aperto per uina settimana.

  12. Avatar

    Il bello è che sono stati diversi medici farmacisti a consigliarmi di disinfettare le mascherine chirurgiche e KN95/FPP2 con una soluzione alcolica al 70%, oppure con un disinfettante spray per mani e (parrebbe) anche per superfici, sempre a base alcolica… Siamo a posto!
    Ma, scusi, la rivista Que Choisir è così autorevole e attendibile sul piano scientifico?

  13. Avatar

    Le mascherine chirurgiche servono a proteggere gli altri da me stesso che potrei essere contagiato.
    Quindi, se sono infettate, è perché le ho infettate io.
    Corretto ?
    Serve allora disinfettarle?
    Se sono infetto dopo qualche giorno mi ammalerò e dovrò stare in quarantena e non uscire di casa
    Oppure per quanto tempo rimango infetto ?

    • Avatar

      Anch’io sono convinto che questa storia del disinfettare sia una cosa infondata: se io sono apparentemente sano (tosse, febbre ecc.) posso usare la stessa mascherina, ovviamente fatta asciugare al sole e ogni tanto pulita, ma per igiene personale, non perché “filtra meglio” il virus… Se la mascherina è umida (dopo 5 minuti lo è) e becco uno colpo di tosse da un cliente al supermercato, il virus lo becco subito, anche se poi a casa “disinfetto” la mascherina…

  14. Avatar

    Io ho lavato con acqua tiepida e sapone la mascherina chirurgica. È efficace oppure ho ridotto l’uso efficace ? Grazie.

    • Avatar

      Anch’io faccio uguale … hai avuto notizie a riguardo? Potere filtrante compromesso?

  15. Avatar

    Tana libera tutti! Tranquilli, il Governo ha risolto il problema garantendo che saranno disponibili milioni di mascherine al giorno prodotte in Italia da aziende italiane appositamente invitate a riconvertirsi a tale produzione e che saranno vendute al prezzo massimo imposto di 50 cent. Mi viene un solo dubbio: non si saranno mica scordati che le mascherine non si producevano più in Italia perchè con la globalizzazione le nostre imprese erano finite fuori mercato avendo già costi di produzione superiori a 50 cent? Mi sa che è meglio se continuate a cercare un modo per sterilizzare quelle che avete!

    • Avatar

      Esatto, io continuo ad usare quelle di cotone, fatte da una ditta locale, doppio strato, con intercapedine per introdurre foglietto di tesuto nontessuto oppure cartaforno, che si può cambiare ogni giorno…

  16. Avatar

    salve a tutti,il mio sistema é sterilizzarle col vapore alta temperatura poi lasciarle appese qualche giorno

  17. Avatar

    si possono sterilizzare le mascherine chirurgiche con il phone?

  18. Avatar

    Si parla tanto di come disinfettare, sterilizzare le mascherine. Ma mi sono posto una domanda…Ci sono evidenze scientifiche serie che provano l’efficacia di protezione al covid-19 della mascherina chirurgica a 3 strati? Perché a me non risulta. Grazie.

    • Avatar

      Hai perfettamente ragione: è spiegato in lungo e in largo che non proteggono dall’aerosol! Impediscono di immettere nell’aria goccioline di saliva mentre si parla, inoltre impediscono a chi la porta di toccarsi involontariamente bocca e naso… Io la pulisco ogni tanto solo perché si sporca di sudore o dl burro cacao… 😉

  19. Avatar

    Ciao, ma ad esempio si potrebbe sterilizzare una mascherina FFP2 con un pulitore a vapore, (per intenderci quello per pulire le fughe delle piastrelle)? Io ho un vaporizzatore della Ariete, che spara vapore alla temperatura di 90 gradi, può essere efficace? O danneggio la mascherina?

  20. Avatar

    Alcool alimentare , quello normale per i dolci, diluito 50 con acqua in una vaschetta richiudibile per non disperdere l alcool. Dopo 10 minuti di immersione si stende a asciugare. Del resto è un po’ di carta e un po’ di stoffa. Chi parla di perdita di capacità filtrante dovrebbe spiegarne tecnicamente il motivo.