Home / Pianeta / In Francia i consumi di mozzarella per la prima volta superano quelli del Camembert

In Francia i consumi di mozzarella per la prima volta superano quelli del Camembert

Delicious caprese salad with ripe tomatoes and mozzarella cheese with fresh basil leaves. Italian food.Per la prima volta in Francia, i consumi di mozzarella (vaccina e bufala insieme) hanno superato quelli del formaggio simbolo della ‘grandeur’, il Camembert. Lo scrive il quotidiano francese Le Figaro, secondo cui, a settembre, le vendite del comparto mozzarella sono state superiori per la prima volta a quelle del re dei formaggi francesi. In questo successo un ruolo fondamentale lo gioca anche la mozzarella di bufala campana Dop, che ha proprio nella Francia il Paese leader per l’export (+9,7% nel 2020 rispetto al 2019): oltre una mozzarella su tre che va all’estero finisce sulle tavole francesi.

Proprio da una recente indagine di Nomisma, commissionata dal Consorzio di tutela, emerge che il 70% dei francesi tra i 18 e i 65 anni hanno consumato almeno una volta nell’ultimo anno la Bufala Campana Dop. Dall’inizio del 2021 e fino a settembre sono state vendute in Francia 29.230 tonnellate di camembert contro le 33.170 tonnellate di mozzarella. Le Figaro sottolinea infine che “si mangia camembert nei ristoranti o durante i pasti casalinghi più tradizionali, mentre la mozzarella sta bene in molti piatti facili da fare e più trendy”.

© Riproduzione riservata Foto: stock.adobe.com

Da 12 anni Ilfattoalimentare racconta cosa succede nel mondo dei supermercati, quali sono le insidie nelle etichette, pubblica le sentenze sulle pubblicità ingannevoli oltre che segnalare il lavoro delle lobby che operano contro gli interessi dei consumatori.

Il nostro è un sito indipendente senza un editore, senza conflitti di interesse e senza contributi pubblici. Questo è possibile grazie ai banner delle aziende e alle migliaia di lettori che ogni giorno ci leggono e ci permettono di sfiorare 20 milioni di visualizzazioni l'anno, senza farcire gli articoli con pubblicità invasive. Ilfattoalimentare dà l'accesso gratuito a tutti gli articoli.
Sostienici, basta un minuto clicca qui. Se vuoi puoi anche farlo con un versamento mensile.
Roberto La Pira

  Roberto La Pira

Giornalista professionista, laurea in Scienze delle preparazioni alimentari

Guarda qui

Coop contro la violenza sulle donne: il numero antiviolenza 1522 sulle confezioni dei prodotti a marchio

In vista del prossimo 25 novembre, “Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne” …