Home / Sicurezza Alimentare / Coloranti artificiali addio: anche Mars, dopo Nestlé, li eliminerà dai prodotti. Anche se non esistono rischi conosciuti per la salute umana

Coloranti artificiali addio: anche Mars, dopo Nestlé, li eliminerà dai prodotti. Anche se non esistono rischi conosciuti per la salute umana

     Anche Mars ha deciso di eliminare i coloranti dai suoi prodotti

Anche Mars ha deciso di eliminare i coloranti dai suoi prodotti

Dopo Nestlé, che lo ha annunciato per il solo mercato statunitense, anche Mars ha deciso di eliminare dai prodotti  i coloranti artificiali. La sostituzione avverrà entro cinque anni, riguarderà tutti i mercati e oltre 50 brand di prodotti: cioccolato, gomme da masticare, caramelle, alimenti e bevande.  Secondo Mars  i coloranti artificiali attualmente utilizzati per i prodotti alimentari sono privi di rischi conosciuti per la salute. Ciò nonostante la scelta è stata fatta per venire incontro ai desideri dei consumatori, che chiedono sempre più ingredienti naturali.

Mars afferma che questa sostituzione richiederà un duro lavoro e del tempo, e che la compagnia lavorerà con i propri fornitori per “trovare alternative che non solo mantengano i suoi elevati standard di qualità e sicurezza, ma anche i colori vibranti e divertenti”, come quelli dei confetti al cioccolato M&M’S. “I nostri consumatori sono i capi e noi li ascoltiamo. Se è la cosa giusta da fare per loro, è la cosa giusta da fare per Mars”, ha dichiarato il presidente e amministratore delegato, Grant F. Reid. Nel 2013, una mamma di un bambino che a nove anni aveva avuto problemi di iperattività ha lanciato una petizione online, che chiedeva all’azienda di eliminare dagli M&M’s anche negli Usa, come già avvenuto in Europa, i coloranti artificiali collegati a questo probema. La petizione, sostenuta dal Center fior Science in the Public Interest (CISPI), ha raggiunto 217.000 firme.

 

 

 

 

  Beniamino Bonardi

Beniamino Bonardi

Guarda qui

patate fritte

I livelli di acrilammide diminuiscono ma si può ancora migliorare. Analisi di laboratorio di Altroconsumo e altre nove associazioni europee

Ridurre l’acrilammide negli alimenti industriali e addirittura eliminarla è possibile. Lo dimostrano i passi avanti …