Home / Pianeta / I buoni propositi di Coca-Cola e PepsiCo svaniscono in America Latina dove trionfa il junk food: cronache dal Venezuela

I buoni propositi di Coca-Cola e PepsiCo svaniscono in America Latina dove trionfa il junk food: cronache dal Venezuela

Foto Venezuela fronte
“Ruffles” sembra lo snack più semplice: è “preparato con patate selezionate” e formaggio

Come per ciascuno di noi a inizio anno, anche i grandi gruppi industriali elencano una serie di buoni propositi assunti o da portare avanti nei confronti dell’ambiente e della salute. I voluminosi rapporti sulla Corporate Social Responsibility (CSR) presentano proprio questa lista degli impegni, ma a volte qualcosa non funziona,  come emerge da un breve reportage dal Venezuela.

  Dario Dongo

Avvocato, giornalista. Twitter: @ItalyFoodTrade

Guarda qui

Cosa mangeremo nel nuovo anno? Tra guerra e inflazione, come cambieranno i food trend 2023

Anticipare le tendenze culinarie per i gruppi di esperti che analizzano l’andamento dei consumi alimentari e …

Un commento

  1. antonio pratesi

    “Politiche incoerenti di questi gruppi?” In realtà le loro politiche sono PERFETTAMENTE COERENTI = devono e vogliono vendere di più.

    Quindi i buoni propositi sono solo chiacchiere per allocchi. “Nessuno si impone autonomamente delle regole per guadagnare meno”.

    Deve essere lo Stato ad intervenire (altro che codici di autoregolamentazione)!

    Leggete “Food Politics” di Marion Nestle e avrete le conferma della loro coerenza.

    A Pratesi
    Medico Dietologo