Home / Etichette & Prodotti / Arriva il nuovo Big Burger Findus: il peso è uguale a quello classico, ma contiene meno carne e più calorie

Arriva il nuovo Big Burger Findus: il peso è uguale a quello classico, ma contiene meno carne e più calorie

Big Burger Beef il nuovo hamburger  di casa Findus che però pesa come il precedente

Nel banco dei surgelati c’è un nuovo prodotto marchiato Findus, si tratta del Big Burger Beef. Sull’etichetta frontale in alto a destra si nota con caratteri tipografici in evidenza  la dicitura “Novità”anche se il prodotto e stranamente assente dall’elenco dei prodotti del sito aziendale. Cerchiamo di capire in che cosa consiste la novità: si tratta di una confezione composta da 2 burger, pari a 200 grammi complessivi, “con sola carne bovina”, proveniente da “allevamenti selezionati”. Il secondo elemento che spicca sul frontale dell’etichetta eè il nuovo marchio “Forever Food Together”,  legato alla sostenibilità del processo produttivo sostenuto per allevare gli animali. Sul sito troviamo questa definizione:Forever Food Together vuol dire garantire che tutti abbiano sempre a disposizione cibo gustoso e nutriente, quando lo vogliono. Dato il forte utilizzo che si fa delle risorse del nostro pianeta, questo è un compito alquanto impegnativo”.

Si tratta di un progetto molto ambizioso, che Findus ha adottato per spiegare come i surgelati possano ridurre gli sprechi alimentari, come i loro prodotti siano nutrizionalmente equilibrati ed infine come le materie prime siano approvvigionate e preparate in maniera responsabile. Alcuni elementi sono reali e intuibili: i surgelati offrono l’opportunità di stoccare il cibo e di consumarne soltanto quanto è necessario conservando la parte rimanente nel congelatore domestico. La sostenibilità diventa così un elemento di marketing per valorizzare il prodotto in vendita e la storia di Findus.

Senza titolo
Il simbolo del programma di sostenibilità e sensibilizzazione di Findus

Tornando ai Big Burger Findus, dalla lista degli ingredienti si evince che la carne bovina rappresenta il 73%,mentre in seconda posizione troviamo le proteine di frumento reidratate, seguite dall’acqua, dalla farina di frumento e dal latte scremato. Destrosio, sale, antiossidanti, estratto di lievito e pepe completano l’elenco. La differenza tra i nuovi burger  formato “big” e i Beef Burger Findus classici riguarda la percentuale più alta di carne bovina, l’87%, e l’assenza di proteine di frumento, destrosio e antiossidanti.

L’aspetto meno comprensibile del nuovo prodotto è la scritta “Big Burger  beef” visto che pesano 100 g come i Beef Burger . In termini nutrizionali non cambia molto salvo il fatto che i nuovi sono un po’ più calorici, con una percentuale di grassi superiore  (17% contro il 14% dei burger classici). Sulla confezione si trovano indicazioni accurate sulle modalità di preparazione, con tempi e procedimenti. Per quanto riguarda il prezzo i Big Burger Beef Burger costano 12,50 €/kg pari a 1,25 euro l’uno. Si tratta di un prezzo abbordabile, anche se un po’ alto se si considera che la carne rappresenta soltanto i 2/3 del prodotto.

big burger 2

© Riproduzione riservata. Foto: iStockphoto.com

  Valeria Torazza

Valeria Torazza
analisi di mercato

Guarda qui

Etichette sul valore nutrizionale e su quanta attività fisica bisogna fare per smaltire le calorie: troppe informazioni sono controproducenti

Le etichette nutrizionali e quelle che forniscono informazioni sulla qualità dell’alimento sono utili, ma la …

Un commento

  1. Avatar

    Una furbata, non un inganno ma una furbata da onesto venditore. Si gioca sulle sottigliezze della lingua italiana, dato che “con sola carne bovina” può intendersi con “l’unica carne è il bovino” mentre se avessero scritto “100% carne bovina” o “solo con carne bovina” si sarebbe potuto costituire un falso, dato che avrebbe significato “la carne bovina è l’unico ingrediente”. Inoltre per me, cavilli a parte, per principio un hamburger è carne e basta, al massimo con additivi e condimenti ma che ci sia un 10% abbondante di frumento (in pratica farina) me lo rende al massimo una polpetta, che è altra cosa. E il resto, beh, tanto marketing, sincero ma comunque marketing nell’uso che si fa dei dati citati.