Home / Pianeta / Banca del riciclo: il distributore automatico riceve plastica e alluminio e dà soldi. Il reverse vending approda in Italia e vince un premio

Banca del riciclo: il distributore automatico riceve plastica e alluminio e dà soldi. Il reverse vending approda in Italia e vince un premio

banca del ricicloA Latronico, in provincia di Potenza, c’è un distributore automatico che in cambio di bottiglie e lattine di alluminio eroga un premio in denaro. Il sistema si chiama “reverse vending” e premia il cittadino per il comportamento virtuoso con 3 centesimi per ogni rifiuto avviato correttamente nel circuito di raccolta differenziata. Il primo impianto totalmente pubblico ha  conquistato il premio Vending Sostenibile, assegnato dall’associazione di categoria Confida.

L’amministrazione comunale ha avviato il progetto ‘Banca del Riciclo’ già un anno fa, con due reverse vending machine. Queste stazioni di conferimento funzionano con plastica (PET e HDPE) e alluminio, ma il sistema è in realtà estensibile a tutti i materiali riciclabili. L’utente potrà spendere la somma via via accumulata nei negozi convenzionati, riconoscibili da un logo posizionato all’entrata, e avere la soddisfazione di dare una seconda vita agli oggetti da buttare via, lattine e bottiglie di plastica in testa.

© Riproduzione riservata

Se sei arrivato fino a qui...

...sei una delle 40 mila persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché diamo a tutti l'accesso gratuito. Il Fatto Alimentare, a differenza di altri siti, è un quotidiano online indipendente. Questo significa non avere un editore, non essere legati a lobby o partiti politici e avere inserzionisti pubblicitari che non interferiscono la nostra linea editoriale. Per questo possiamo scrivere articoli favorevoli alla tassa sulle bibite zuccherate, contrastare l'esagerato consumo di acqua in bottiglia, riportare le allerta alimentari e segnalare le pubblicità ingannevoli.

Tutto ciò è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni Il Fatto Alimentare

 

  Elena Mattioli

Elena Mattioli

Guarda qui

bottiglie plastica mare inquinamento

Prodotti in plastica monouso: chi è preparato? I progetti che funzionano in Europa

Il tema della plastica monouso è ormai oggetto di forte discussione. Proprio in questi giorni …

4 Commenti

  1. Avatar
    SILVIA MATTIOLI

    Era ora. Iniziativa lodevole, comunque già in atto da alcuni anni in altri paesi europei come la Germania, dove queste attrezzature per il riciclo di bottiglie in plastica, vetro ed alluminio sono presenti all’esterno di quasi tutti i supermercati; viene rilasciato un buono con l’importo totale per tutte le bottiglie riciclate che può essere speso nel supermercato stesso.
    Non capisco il premio ottenuto per un sistema non certo nuovo ma in atto altrove già da anni.
    A volte basterebbe guardare alle esperienze virtuose di altri paesi europei.

    • Avatar

      Li ho visti anch’io a stoccarda perfettamente funzionanti. Spesso sarebbe sufficiente copiare ciò che già fanno all’estero. Saluti

  2. Avatar

    anche in Canada sono attive da anni queste raccolte di materiali riciclabili presso i supermercati, dove vengono riconosciuti, agli accostumati clienti, dei rimborsi, sia che facciano poi la spesa oppure no.

  3. Avatar

    in Germania funziona che quando acquisti un prodotto con una determinata confezione paghi anche una caparra di pochi centesimi e una volta introdotta la confezione nel macchinario ti restituisce semplicemente quei centesimi che hai pagato in origine, qui sembra diversa la cosa