Antonia RicciAntonia Ricci è la nuova direttrice generale dell’Istituto zooprofilattico sperimentale delle Venezie (IZSVe). Nominata oggi al vertice dell’Istituto dal Presidente della Regione del Veneto Zaia, in accordo con i Presidenti di Friuli Venezia Giulia, Provincia di Trento e Provincia di Bolzano, e con il parere favorevole del Ministro della Salute Roberto Speranza.

Laureata in medicina veterinaria, si è poi specializzata in Ispezione degli alimenti di origine animale. 53 anni, due figli, Antonia  Ricci è entrata in IZSVe nel 1995 e si è occupata prevalentemente di sicurezza alimentare e di zoonosi.

Fra i numerosi incarichi dirigenziali ricoperti, è stata direttrice del Dipartimento per la sicurezza alimentare (2011-2018) e direttrice della Struttura Complessa “Analisi del rischio e sorveglianza in sanità pubblica” (2006-2018). È stata inoltre direttrice del Centro di referenza nazionale per le salmonellosi (dal 2001) e del Laboratorio di riferimento OIE per le salmonellosi (dal 2007).

Nel corso della sua carriera scientifica è stata membro di vari comitati scientifici internazionali e ha ricoperto numerosi incarichi in qualità di esperta per la Commissione Europea, l’Organizzazione mondiale per la sanità animale (OIE) e l’Autorità Europea per la Sicurezza alimentare (EFSA). Ha collaborato per molti anni con EFSA, prima come membro e poi come Chair del Panel sui Rischi Biologici (Biohaz), nonché come membro del Comitato Scientifico della stessa agenzia. Ha coordinato numerosi progetti nazionali, finanziati dal Ministero della Salute, e internazionali; è autrice di più di 300 pubblicazioni scientifiche.

Il nuovo Direttore generale del Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria (Crea) è Stefano Vaccari, persona con una vasta esperienza nell’attività scientifica e numerosi incarichi svolti per l’amministrazione dello Stato. Ha partecipato alla redazione del decreto legislativo n. 228 del 2001 di orientamento e modernizzazione del settore agricolo ed ha direttamente curato la redazione del decreto legislativo n. 227 del 2001 di orientamento e modernizzazione del settore forestale; ha inoltre pubblicato numerosi saggi e volumi su temi giuridici, economici ed agricoli. Fino ad ora ha rivestito il ruolo di Capo del Dipartimento dell’Ispettorato centrale della tutela della qualità e della repressione frodi dei prodotti agroalimentari (Icqrf).

© Riproduzione riservata

Roberto La Pira - 29 Settembre 2020