Home / Sicurezza Alimentare / #DetectiveFood, indagine sugli allergeni in etichetta e nei menu. Partecipa anche tu! Iniziativa di Food Allergy Italia e GIFT

#DetectiveFood, indagine sugli allergeni in etichetta e nei menu. Partecipa anche tu! Iniziativa di Food Allergy Italia e GIFT

lenteFin dal lontano 2003, in tutta Europa è obbligatorio indicare la presenza di 14 allergeni sulle etichette dei prodotti alimentari, evidenziandoli graficamente per fare risaltare le scritte a colpo d’occhio. Allo stesso modo la presenza di sostanze allergeniche deve essere segnalata anche sui cartelli degli alimenti venduti sfusi e sui menu dei ristoranti. Non sempre ciò accade. Per questo Food Allergy Italia in collaborazione con Great Italian Food Trade ha lanciato l’iniziativa #DetectiveFood.

Il progetto vuole raccogliere immagini che testimoniano la presenza di indicazioni corrette e scorrette sugli allergeni nelle etichette dei prodotti confezionati, sui cartelli nei banchi degli esercizi commerciali e nei menu di ristoranti, tavole calde e fast food.

Spesso capita di trovare indicazioni imprecise  (“contiene glutine”), oppure le possibili contaminazioni crociate sono indicate in maniera scorretta (non si può scrivere “tracce di…” o “prodotto in uno stabilimento dove si lavora…”). Ci sono poi  molti menu di ristoranti che continuano a non indicarli. Un vero problema per gli allergici.

Tutti possono partecipare a #DetectiveFood, è sufficiente scattare una foto del prodotto  con la relativa etichetta, un cartello o un menu, riportando la marca, il nome dell’esercizio o del ristorante, e inviare le informazioni a detectivefooditalia@gmail.com.

L’obiettivo è raccogliere almeno 10/15 segnalazioni per ogni categoria – prodotti da forno, prodotti a base di carne, alimenti vegetariani e vegani, alimenti per l’infanzia, gelati, dolci e bevande – e altrettante per cartellini di vendita,  menu di ristoranti e libri degli ingredienti.

Per informazioni più dettagliate su come riconoscere un’etichetta corretta e sulle modalità di partecipazione a #DetectiveFood clicca qui.

© Riproduzione riservata

Se sei arrivato fino a qui...

...sei una delle 40 mila persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché diamo a tutti l'accesso gratuito. Il Fatto Alimentare, a differenza di altri siti, è un quotidiano online indipendente. Questo significa non avere un editore, non essere legati a lobby o partiti politici e avere inserzionisti pubblicitari che non interferiscono la nostra linea editoriale. Per questo possiamo scrivere articoli favorevoli alla tassa sulle bibite zuccherate, contrastare l'esagerato consumo di acqua in bottiglia, riportare le allerta alimentari e segnalare le pubblicità ingannevoli.

Tutto ciò è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni Il Fatto Alimentare

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

latte in polvere

Latte in polvere, dopo l’epidemia di Salmonella arrivano le raccomandazioni dell’Anses. Consigli anche per i genitori

Nel 2017 in Francia, tra agosto e dicembre, 38 neonati di pochi mesi sono stati …

Un commento

  1. Avatar

    Ho molti Amici con allergie alimentari, per cui diffondo…