Home / Pianeta / Accordo Amazon – Governo italiano per il controllo dell’italian sounding nei siti di e-commerce

Accordo Amazon – Governo italiano per il controllo dell’italian sounding nei siti di e-commerce

SANTA CLARA,CA/USA - FEBRUARY 1, 2014: Amazon building in Santa Clara, California. Amazon is an American international electronic commerce company. It is the world's largest online retailer.È stato siglato dal ministro delle Politiche Agricole, Stefano Patuanelli, l‘accordo tra il Mipaaf e Amazon per la tutela dell’agroalimentare italiano nei siti di e-commerce. L’Italia diventa così il primo Paese al mondo che come istituzione firma un memorandum di intesa per proteggere i marchi di origine, tutelare i consumatori, le imprese e prevenire la contraffazione agroalimentare.

L’Ispettorato centrale della tutela della qualità e repressione frodi dei prodotti agro-alimentari (Icqrf) e Amazon rafforzano la collaborazione esistente per l’individuazione e segnalazione delle violazioni dei diritti di proprietà intellettuale dei prodotti a Denominazione di origine protetta (Dop) e di Indicazione geografica protetta (Igp), nonché delle pratiche sleali relative alla corretta informazione sugli alimenti. L’accordo, con il monitoraggio quotidiano effettuato dall’Icqrf, aumenta la tutela online dei prodotti italiani, consentendo ad Amazon di rimuovere tempestivamente i prodotti contraffatti.

“Siamo lieti di firmare questo accordo con il ministero delle Politiche agricole italiano. È il primo accordo al mondo di questo tipo che Amazon ha firmato con un governo per tutelare le eccellenze enogastronomiche italiane, supportando le piccole imprese che producono questi prodotti.”

Oltre 200 realtà italiane hanno superato 1 milione di euro di vendite su Amazon per la prima volta nel 2020.  Il protocollo d’intesa rafforza la collaborazione tra il Dipartimento dell’Ispettorato centrale per la tutela della qualità e la repressione delle frodi dei prodotti agroalimentari (Icqrf) e Amazon. Questa collaborazione è fondamentale per promuovere le eccellenze agroalimentari di qualità certificata del nostro Paese e tutelare consumatori e clienti online.

© Riproduzione riservata Foto: depositphotos.com

Da 12 anni Ilfattoalimentare racconta cosa succede nel mondo dei supermercati, quali sono le insidie nelle etichette, pubblica le sentenze sulle pubblicità ingannevoli oltre che segnalare il lavoro delle lobby che operano contro gli interessi dei consumatori.

Il nostro è un sito indipendente senza un editore, senza conflitti di interesse e senza contributi pubblici. Questo è possibile grazie ai banner delle aziende e alle migliaia di lettori che ogni giorno ci leggono e ci permettono di sfiorare 20 milioni di visualizzazioni l'anno, senza farcire gli articoli con pubblicità invasive. Ilfattoalimentare dà l'accesso gratuito a tutti gli articoli.
Sostienici, basta un minuto clicca qui. Se vuoi puoi anche farlo con un versamento mensile.

Roberto La Pira

  Roberto La Pira

Giornalista professionista, laurea in Scienze delle preparazioni alimentari

Guarda qui

Bottiglia di vino rosso, grappolo di uva nera e due calici distesi su un tavolo di legno

La crisi climatica sta cambiando il vino: aromi e sapori sempre più simili e omologati

C’è un fenomeno di cui si sono accorti molti chef, enologi, produttori e consumatori: il …