Home / Controlli e Frodi / Sostanze dimagranti vietate vendute in 11 farmacie e 12 studi medici. Operazione dei Nas contro anoressizzanti

Sostanze dimagranti vietate vendute in 11 farmacie e 12 studi medici. Operazione dei Nas contro anoressizzanti

dimagranti
Dimagranti e anoressizzanti vietati venduti in farmacie e studi medici

Il Comando carabinieri dei Nas ha controllato 840 farmacie e oltre 75 studi di medici riscontrando “condotte illecite” in 11 punti vendita e 12 studi, relative alla vendita di medicinali dimagranti e anoressizzanti. I decreti varati nell’estate del 2015 dal Ministero della salute, vietano la prescrizione da parte dei medici e la preparazione da parte dei farmacisti di sostanze contenenti alcuni principi attivi a scopo dimagrante. La lista dei principi attivi dei medicinali dimagranti comprende: pseudoefedrina, fenilpropanolamina/norefedrina, triac, clorazepato, fluoxetina, furosemide, metformina, bupropione, topiramato ed efedrina.

In seguito ai controlli sono stati sequestrati 1.200 grammi di principi attivi e sono state segnalate 29 persone all’autorità giudiziarie. Secondo i carabinieri questi princi attivi, autorizzati per il trattamento di ansia, depressione, diabete, raffreddore e ipertensione, venivano impropriamente prescritte come preparazioni galeniche a scopo dimagrante per finalità estetiche. L’Agenzia Italiana del Farmaco ritiene che l’uso a scopo dimagrante di questi preparati comporti un rapporto rischio/beneficio sfavorevole. Si tratta di preparazioni sprovviste di foglietto illustrativo e questo impedisce alle persone di informarsi sulle caratteristiche del prodotto.

L’altro elemento da considerare è che la documentazione disponibile sui singoli principi attivi non garantisce sicurezza, in quando non riguarda l’eventualità di diverse sostanze contenute in un solo preparato.

© Riproduzione riservata

sostieniProva2Le donazioni si possono fare:

* Con Carta di credito (attraverso PayPal): clicca qui

* Con bonifico bancario: IBAN: IT 77 Q 02008 01622 000110003264

 indicando come causale: sostieni Ilfattoalimentare

  Roberto La Pira

Roberto La Pira
Giornalista, laurea in Scienze delle preparazioni alimentari

Guarda qui

Virgin olive oil in a crystal bottle on wooden background.Copyspace

Francia. il 50% dell’olio di oliva in vendita sugli scaffali non è in regola. I risultati del piano di controllo del governo

La direzione generale per la repressione delle frodi del governo francese ha pubblicato i risultati …

Un commento

  1. Sarebbe molto utile poter conoscere i nomi dei professionisti conivoltiin questo illecito ma molto, molto redditizio mercato. Questo non tanto per il piacere di denigrare ma per tentare di far capire alla gente che non ci si può fidare a tutti i costi di un medico in quanti tale, soprattutto se propone rimedi miracolosi. meditate gente, meditate.