Home / Archivio dei Tag: pubblicità di cibo spazzatura

Archivio dei Tag: pubblicità di cibo spazzatura

Sugar tax, etichette a semaforo e obesità: intervista a Celeste D’Arrando, capogruppo del M5S in commissione Affari Sociali alla Camera

celeste d'arrando movimento 5 stelle

La campagna de Il Fatto Alimentare per chiedere alla Ministra della salute Giulia Grillo l’introduzione in Italia di una sugar tax ha ormai superato le 300 firme e ha raccolto l’adesione di nove società scientifiche. Dopo le interviste a Francesco Branca dell’Oms, Walter Ricciardi, presidente dell’Istituto superiore di sanità, a Giuseppe Remuzzi, direttore dell’Istituto Mario Negri di Milano, e a Marco Lanzetta, medico chirurgo specializzato …

Continua »

Nutri-Score: anche la Spagna adotta l’etichetta a semaforo francese. L’annuncio della Ministra della salute: “Stiamo considerando una sugar tax”

Nutri-Score

Anche la Spagna adotterà il Nutri-Score, il logo nutrizionale in vigore in Francia. Lo ha annunciato la Ministra della salute, dei consumi e della previdenza sociale María Luisa Carcedo, che ha specificato come l’approvazione, sotto forma di decreto legge reale, è prevista nel giro di due o tre mesi, mentre il governo sta ancora riflettendo sulla possibilità di introdurre una …

Continua »

La pubblicità dei prodotti alimentari rivolta ai bambini aumenta il consumo di junk food. Ma se si usa per promuovere cibi sani si favoriscono abitudini più salutari

La pubblicità di alimenti rivolta ai bambini funziona. E non è necessariamente una cattiva notizia: tutto dipende dall’oggetto promosso. Se infatti si spingono i più piccoli a consumare junk food, il risultato non potrà che essere un continuo aumento dei livelli di sovrappeso e obesità infantili, ma se le stesse tecniche di marketing vengono applicate agli alimenti più sani, i …

Continua »

Bambini, adolescenti e cibo spazzatura in tv: i codici di autoregolamentazione sono inefficaci a tutelare dalla pubblicità

Dalla Nuova Zelanda e dall’Australia arrivano nuovi dati preoccupanti sull’esposizione di bambini e adolescenti alle pubblicità di cibo spazzatura. L’Università neozelandese di Auckland ha fatto una ricerca sulle pubblicità alimentari nelle cinque principali riviste rivolte a lettori tra i 10 e i 17 anni d’età, rilevando che quelle di cibi non sani sono le più frequenti, mentre sono rare (3%) …

Continua »