Home / Sicurezza Alimentare / La regola dei cinque secondi è falsa: il cibo caduto a terra può essere immediatamente contaminato

La regola dei cinque secondi è falsa: il cibo caduto a terra può essere immediatamente contaminato

regola
La regola dei cinque secondi è falsa

Meglio non fidarsi della regola popolare secondo cui il cibo caduto a terra raccolto entro cinque secondi può essere mangiato tranquillamente Il motivo di questo ragionamento è che i batteri hanno bisogno di un po’ di tempo per trasferirsi sull’alimento. In realtà, in alcuni casi, il passaggio dei batteri avviene in meno di un secondo: dipende dalle caratteristiche del cibo e dal tipo di superficie su cui cade. È quanto documenta uno studio della statunitense Rutgers University, durato due anni e pubblicato dalla rivista dell’American Society for Microbiology, Applied and Environmental Microbiology.

I ricercatori hanno effettuato 2.560 misurazioni, prendendo come riferimento quattro alimenti (anguria, pane, pane e burro e caramelle gommose) e  considerando quattro tipi disuperfici (acciaio inossidabile, ceramica, legno e moquette) e quattro tempi di contatto i (meno di un secondo, 5, 30 e 300 secondi). In questo modo sono stati definiti 128 scenari, ognuno dei quali è stato replicato venti volte. Il batterio preso in considerazione è l’Enterobacter aerogenes, un microorganismo “cugino” della Salmonella.

anguria
l’anguria ha una contaminazione maggiore delle caramelle gommose

I risultati indicano che la contaminazione del cibo, cioè il trasferimento dei batteri dalla superficie all’alimento, dipende dall’umidità del prodotto, dal tipo di superficie e dalla durata del contatto. In tale contesto, l’anguria ha una contaminazione maggiore delle caramelle gommose; la moquette ha una velocità di trasferimento molto inferiore rispetto alle piastrelle di ceramica e all’acciaio inox. Più lungo è il contatto tra cibo e superficie, maggiore è la contaminazione. In alcuni casi, però, il trasferimento dei batteri può avvenire istantaneamente, smentendo la regola dei cinque secondi, che si rivela essere una semplificazione di ciò che avviene nella realtà.

© Riproduzione riservata

sostieni

Le donazioni si possono fare:

* Con Carta di credito (attraverso PayPal): clicca qui

* Con bonifico bancario: IBAN: IT 77 Q 02008 01622 000110003264

 indicando come causale: sostieni Ilfattoalimentare

  Beniamino Bonardi

Beniamino Bonardi

Guarda qui

12.000 confezioni di integratori sequestrate dai Nas. Attenzione agli acquisti online. Ne parliamo con Luca Bucchini, esperto di sicurezza e normativa

Lo scorso mese di novembre il Nas di Livorno ha sequestrato quasi 12.000 confezioni di …

Un commento

  1. Avatar
    Antonino Malgioglio

    Penso che sarebbe bastato il buonsenso per capire che la regola era falsa. Come si può stabilire il tempo di contaminazione con un così alto numero di variabili?