Home / Nutrizione / L’Amministrazione Obama contro la pubblicità del junk food a scuola: meno manifesti e meno spazio al marketing

L’Amministrazione Obama contro la pubblicità del junk food a scuola: meno manifesti e meno spazio al marketing

bambina junk food 186972892(1)
I bambini non dovrebbero essere bombardati da pubblicità di junk food.

Michelle Obama e il segretario di Stato Usa all’Agricoltura, Tom Vilsack, hanno annunciato la proposta di nuove linee guida per il benessere di bambini e ragazzi a scuola, finalizzato a evitare che vengano loro offerti cibi e bevande dannose per la salute. “Le nostre aule scolastiche dovrebbero essere dei luoghi sani, dove i bambini non sono bombardati da pubblicità di cibo spazzatura”, vanificando il duro lavoro che i genitori fanno a casa, per insegnare loro abitudini corrette, ha dichiarato la First Lady. “Queste linee guida sono parte di un più ampio sforzo per indurre le aziende alimentari a ripensare il modo in cui commercializzare il cibo per i bambini in generale”.

 

I nuovi indirizzi dell’Amministrazione Obama vogliono impedire l’utilizzo di immagini sportive sui distributori automatici, di bicchieri nelle mense scolastiche che promuovono bibite ad alto contenuto calorico, così come di manifesti che pubblicizzano junk food. Tom Vilsack ha sottolineato che, nel 2009, l’industria alimentare ha speso 149 milioni di dollari in operazioni di marketing nelle scuole statunitensi, di cui il 93% per la promozione di bevande.

 

 Beniamino Bonardi

© Riproduzione riservata

Foto: Photos.com

 

 

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

sale sodio

L’EFSA ha aggiornato i valori sul quantitativo giornaliero di assunzione per il sodio e il cloruro

L’EFSA rende noti i valori aggiornati del quantitativo giornaliero di sodio e di cloruro (che, insieme, …