Home / Sicurezza Alimentare / Nel 2015, più di 1.500 incidenti alimentari in UK: il numero è costante negli anni, ma aumentano le problematiche per allergeni

Nel 2015, più di 1.500 incidenti alimentari in UK: il numero è costante negli anni, ma aumentano le problematiche per allergeni

incidenti alimentari
Gli incidenti dovuti ad allergeni sono aumentati negli anni

La britannica Food and Standard Agency (FSA) ha pubblicato il rapporto sugli incidenti alimentari notificati nel corso del 2015. Si tratta di 1.514 casi riguardanti alimenti, mangimi e contaminazioni ambientali. La FSA osserva che il numero complessivo di incidenti è simile a quello degli ultimi anni, mentre  ogni anno cambia considerevolmente l’entità delle categorie coinvolte. Nel 2015, i principali responsabili degli incidenti sono stati i microrganismi patogeni (18%), gli allergeni (14%), altre contaminazioni chimiche (12%) e residui di medicinali veterinari (8%).

R-148493493-controlli
Nel 2015 più di 1.500 incidenti alimentari in UK

Per quanto riguarda i microrganismi patogeni, il 67% degli incidenti è dovuto a Salmonella e Escherichia coli. Il consumo di molluschi e crostacei è la causa di 49 dei 75 incidenti provocati da E.coli. Gli incidenti causati da allergeni sono  aumentati, passando dagli 89 casi del 2013 ai 206 del 2015: secondo la FSA,  forse per l’entrata in vigore, nel dicembre 2014, delle nuove regole sulle informazioni relative agli allergeni.

Sono aumentati anche gli incidenti dovuti ai residui di farmaci veterinari, probabilmente, anche in questo caso, legato al fatto che sono cambiate le procedure di segnalazione. Incendi durante procedimenti industriali, con potenziali contaminazioni di aree di produzione alimentare, sono responsabili di altri incidenti.

© Riproduzione riservata

sostieni

Le donazioni si possono fare:

* Con Carta di credito (attraverso PayPal): clicca qui

* Con bonifico bancario: IBAN: IT 77 Q 02008 01622 000110003264

 indicando come causale: sostieni Ilfattoalimentare

  Beniamino Bonardi

Beniamino Bonardi

Guarda qui

Interferenti endocrini, l’additivo BHA (E320) potrebbe danneggiare la fertilità maschile. Ma mancano dati sugli esseri umani

Il BHA (idrossianisolo butilato o butilidrossianisolo), un conservante antiossidante (E320) utilizzato fino dagli anni Quaranta e …