Home / Sicurezza Alimentare / Integratori alimentari, il decalogo del ministero della Salute. Non fanno dimagrire e naturale non vuole sempre dire salutare

Integratori alimentari, il decalogo del ministero della Salute. Non fanno dimagrire e naturale non vuole sempre dire salutare

Medicines, supplements and drugs in a bottle on blue backgroundIl mercato degli integratori alimentari è enorme: in un solo anno, in Italia, il settore ha macinato 3,5 miliardi di euro di vendite, pari a 256 milioni di confezioni vendute. Il problema è che troppi consumatori assumono supplementi senza avere una reale necessità, con il rischio di incorrere in effetti collaterali, spesso sottovalutati. Per questo motivo il ministero della Salute ha preparato un decalogo di consigli per un corretto uso degli integratori alimentari.

1. Una dieta varia ed equilibrata fornisce tutte le sostanze nutritive di cui abbiamo bisogno. L’uso di un integratore alimentare dovrebbe essere limitato ai casi di accertata carenza, in particolari contesti (per esempio, in gravidanza) e non dovrebbe avere lo scopo di compensare gli aspetti negativi di uno stile di vita scorretto.

2. Accertarsi che gli effetti dell’integratore rispondano alle proprie esigenze e non superare le dosi raccomandate. Questi prodotti possono vantare nella pubblicità e sui foglietti illustrativi solo effetti autorizzati dall’Efsa, che riguardano quindi il mantenimento o l’ottimizzazione dello stato fisiologico e della salute.

3. Leggere sempre l’etichetta. Controllare sempre nel foglietto illustrativo le modalità d’uso, di conservazione, le avvertenze e gli ingredienti presenti, soprattutto in caso di allergie e intolleranze. Se l’integratore deve essere assunto per lungo tempo, è meglio consultare periodicamente il medico, per accertarsi che non si stiano verificando effetti avversi.

decalogo integratori alimentari ministero salute4. Consultare il  medico. Se non si è in buona salute o si sta seguendo una terapia farmacologica è meglio sentire il parere del medico curante prima di usare di un integratore. In ogni caso, sarebbe opportuno comunicare sempre il tipo di integratori che si assumono.

5. Consultare gli specialisti in casi particolari. Sentire sempre il pediatra prima di somministrare integratori alimentari a bambini, ed è meglio chiedere consiglio a un medico anche in gravidanza e allattamento prima di assumere supplementi.

6. La presenza della parola naturale non vuol dire sicuro. Questo è un aspetto molto importante che la gente tende a sottovalutare. Un integratore preparato con ingredienti naturali può avere effetti indesiderati proprio come gli altri. Il recente caso degli integratori a base di curcuma e curcumina con decine di persone colpite da effetti collaterali  ha dimostrato in modo palese questa verità. Se quando si assume un preparato ci si accorge che c’è qualcosa di strano o comunque diverso dagli effetti attesi, è meglio sospendere l’ingestione e informare il medico o il farmacista, che potranno segnalare al sistema di fitovigilanza nazionale dell’Istituto superiore di sanità il problema riscontrato.

7. Gli integratori non curano patologie. Si tratta di prodotti pensati per contribuire a mantenere il benessere fisiologico: non sono farmaci. Anche aumentare il dosaggio non serve a dare risultati migliori, anzi può provocare effetti negativi.

turmeric tablets, a natural food supplement with multiple virtues
Anche gli integratori naturali possono avere effetti collaterali, come ha dimostrato il caso dei prodotti a base di curcuma

8. Gli integratori non fanno dimagrire. Per perdere il peso in eccesso è necessario ridurre l’apporto calorico con una dieta adeguata, possibilmente elaborata da un professionista, e aumentare l’attività fisica. L’uso di integratori alimentari può solo avere un effetto secondario e accessorio. Per mantenere la perdita di peso, poi, serve un cambiamento stabile dello stile di vita e delle scorrette abitudini alimentari.

9. Anche nello sport gli integratori non sono sempre necessari. Chi fa attività sportiva non ha necessariamente bisogno di supplementi, ma può soddisfare le esigenze dell’organismo con una dieta adeguata. Se si usano preparati  per l’attività sportiva si deve tenere conto del tipo di attività, dell’intensità, della durata e delle condizioni individuali.

10. Attenzione ai prodotti venduti su internet. Spesso online si possono trovare prodotti a cui vengono attribuiti effetti miracolosi o  preparati con sostanze non permesse. L’elenco dei composti consentiti e i prodotti approvati  in Italia si trovano sul sito del ministero della Salute

© Riproduzione riservata

Se sei arrivato fino a qui...

...sei una delle 40 mila persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché diamo a tutti l'accesso gratuito. Il Fatto Alimentare, a differenza di altri siti, è un quotidiano online indipendente. Questo significa non avere un editore, non essere legati a lobby o partiti politici e avere inserzionisti pubblicitari che non interferiscono la nostra linea editoriale. Per questo possiamo scrivere articoli favorevoli alla tassa sulle bibite zuccherate, contrastare l'esagerato consumo di acqua in bottiglia, riportare le allerta alimentari e segnalare le pubblicità ingannevoli.

Tutto ciò è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni Il Fatto Alimentare

  Giulia Crepaldi

Giulia Crepaldi

Guarda qui

borraccia borracce acqua ambienteplastica alluminio acciaio

Viva le borracce! Ma attenzione alle istruzioni per usarle correttamente

Le borracce sono indubbiamente la moda del momento: colorate, comode, utili e soprattutto ecologiche. Se …

Un commento

  1. Avatar

    questo lo dite voi … usate quelli buoni, che poi vedete la differenza …13 anni di uso analisi del sangue perfette.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *