Home / Sicurezza Alimentare / Spezie ed erbe aromatiche: quali rischi di contaminazione? I risultati di un progetto di ricerca triennale finanziato dall’Ue

Spezie ed erbe aromatiche: quali rischi di contaminazione? I risultati di un progetto di ricerca triennale finanziato dall’Ue

aromi spezie coloranti 181108067
Dopo tre anni si sono conclusi i lavori di SPICED, per il rischio contaminazione nelle spezie

Dopo tre anni di ricerche, si sono conclusi i lavori del progetto SPICED sulla sicurezza della filiera delle spezie e delle erbe aromatiche e sui rischi di contaminazioni biologiche e chimiche intenzionali, accidentali e naturali. L’Unione europea è uno dei maggiori mercati mondiali di spezie ed erbe aromatiche, per la maggior parte importate da paesi non europei sotto forma di erbe essiccate. Le spezie sono particolarmente esposte a rischi di contaminazioni microbiologiche e chimiche, difficili da identificare. L’attenzione di esperti e consumatori si concentra infatti sui principali ingredienti degli alimenti, sottovalutando i potenziali rischi dovuti a erbe aromatiche e spezie aggiunte in molti piatti europei dopo la cottura e, quindi, possibile causa di molte infezioni e intossicazioni alimentari.

 

cibi spezie farine
Spezie e aromi sono sottovalutati nel rischio di contaminazione

Per questo, i ricercatori del progetto SPICED si sono concentrati sulle specie più sensibili alla contaminazione, come il pepe, la paprika, la noce moscata, la vaniglia, il prezzemolo, l’origano e il basilico, sviluppando nuovi metodi analitici e migliorando quelli esistenti. L’obiettivo è di rilevare e prevenire contaminazioni intenzionali (come Salmonella e E. Coli) dovute all’utilizzo di coloranti non autorizzati, accidentali e naturali. In particolare, sono stati sviluppati nuovi metodi di analisi spettrometrica e spettroscopica, per rilevare adulterazioni di erbe e spezie nei cosiddetti test di autenticità. Il progetto SPICED, finanziato dall’Unione europea, è stato condotto dall’Istituto federale tedesco per la valutazione del rischio (BfR), insieme ad altri dieci enti di sette paesi europei e si pone come obiettivo  la consapevolezza dei possibili rischi per la salute derivanti da erbe e spezie contaminate.  Il BfR e i partner hanno realizzato una mostra itinerante rivolta alle famiglie con bambini.

 

  Beniamino Bonardi

Beniamino Bonardi

Guarda qui

Word STOP from colored pills and capsules on green background. Medicines and tablets kill

Gli integratori alimentari per le cartilagini sono pericolosi per diabetici, asmatici e allergici ai crostacei. Il parere dell’Anses

I diabetici, gli asmatici, chi è allergico ai crostacei, assume terapie anticoagulanti o deve stare …

2 Commenti

  1. Fabrizio Brioschi

    Veramente molto interessante! Ho diffuso l’articolo.
    Grazie

  2. Sardi Cesarino

    E quali sono stati i risultati del progetto europeo? Sono state trovate spezie o erbe aromatiche contaminate? E da cosa? Si da per scontato che le spezie ed erbe aromatiche sono contaminate. Dopo 3 anni di ricerca hanno stabilito che se un prodotto è contaminato è rischioso per la salute, che geni! Mai come in questo caso BRA (braccia rubate all’agricoltura).