Home / Archivio dei Tag: soft drink

Archivio dei Tag: soft drink

San Bernardo, l’aranciata amara Bi contiene 5,3 zollette di zucchero in un bicchiere da 250 ml!

bi san bernardo arancia amara nutri-score zucchero

Bere è importante e in estate ancora di più. Ovunque si possono trovare consigli più o meno corretti su cosa e quanto bere per dissetarsi e idratarsi con l’arrivo del caldo. A darci una mano per queste nostre esigenze corre in soccorso l’azienda San Bernardo che nel 2017 lancia Bi, la linea di soft drink gassati “ideali per l’estate”. Questa, …

Continua »

Stop alle bibite zuccherate nelle scuole secondarie dell’Ue. Iniziativa volontaria dei produttori. Però non toccano la pubblicità rivolta a bambini e adolescenti

bibite soda coca-cola

Entro la fine del 2018, l’industria europea dei soft drink non venderà più bibite zuccherate nelle scuole secondarie dell’Ue, anche attraverso i distributori automatici. Lo annuncia l’Unesda, l’associazione europea di categoria, che sottolinea come si tratti di un’iniziativa volontaria per la lotta all’obesità, che coinvolgerà oltre 50.000 scuole secondarie e più di 40 milioni di studenti, e che fa seguito …

Continua »

Water please: negli Stati Uniti le vendite di acqua superano quelle delle bibite. Sorpasso storico dopo anni di crescita dei soft drink

acqua minerale Woman drinking water from transparent bottle on the beach

Gli americani ce l’hanno fatta: nel 2016 hanno acquistato più acqua che bevande dolci, le soda o CSD (Carbonated Soft Drink). Il  passaggio ha il sapore della svolta storica, dopo l’acquisizione dell’abitudine a bere quasi sempre bibite dolci e dai sapori diversi da quello neutro dell’acqua. Lo certifica un’indagine effettuata dalla Beverage Marketing Corporation di New York, una delle più …

Continua »

La soda tax funziona: in Messico calo delle vendite anche se l’aumento è stato di soli 5 centesimi di euro a litro

bibite bevanda bottiglie vetro

La soda tax introdotta in Messico nel 2014 sembra avere effetti di lunga durata, al contrario di quanto ipotizzato da molti esponenti delle aziende di soft drink, che avevano previsto un effetto nei primi mesi, ma anche una sua inesorabile scomparsa con l’avvento di nuove bibite  formulate in modo da non ricadere nelle categorie penalizzate. In Messico questa strategia non …

Continua »

Sport drink sotto accusa: possono danneggiare i denti e favorire il sovrappeso se non usati correttamente. I risultati di uno studio dei dentisti inglesi

“Irresponsabile”, così la British Dental Association ha definito il comportamento dei produttori di sport drink, dopo la pubblicazione di uno studio dell’Università di Cardiff sul British Dental Journal. L’accusa  rivolta alle aziende è di pubblicizzare e vendere bibite a ragazzi che non hanno bisogno e ne traggono quindi solo danni per i denti e per l’eccesso di calorie. Gli sport …

Continua »

La tassa sulle bevande zuccherate funziona, ma non bastano pochi centesimi a lattina, bisogna arrivare al 20%

Tassare le bevande dolci può essere uno strumento efficace per ridurne il consumo e contribuire al contenimento del sovrappeso e dell’obesità? Secondo un gruppo di ricercatori dell’Università di Oxford, in Gran Bretagna, la risposta è sì, ma solo se l’imposta risulta sufficientemente alta da scoraggiare i clienti.   Gli studiosi inglesi per verificare gli effetti di una tassazione del 20%, …

Continua »

La Corte Suprema degli Usa boccia il sindaco Bloomberg che aveva messo al bando i mega bicchieri di soft drink. Ma la lotta contro l’obesità continua

bicchiere carta

«Arbitrario e capriccioso»: con queste parole Milton Tingling, giudice della Corte Suprema di New York, ha bloccato il dispositivo del sindaco Michael Bloomberg che, come abbiamo scritto in un precedente servizio, vietava la vendita di bicchieri di bibite zuccherate di volume superiore a 470 ml circa, pena un’ammenda di 200 dollari. La decisione ha spiazzato i gestori di ristoranti e …

Continua »

Alt alle bevande gasate: negli Usa crollano le vendite di Coca Cola e Pepsi. Ma in arrivo ci sono nuove proposte altrettanto insidiose

Negli Usa c’è crisi anche nella vendita dei soft drink, e le aziende corrono ai ripari. Senza svelare troppo le proprie strategie commerciali, i colossi mondiali delle bevande gassate e zuccherate si stanno riorganizzando, per reagire al crollo delle venditea che si registra soprattutto negli Stati Uniti. La tendenza è causata in gran parte delle norme che  impongono di lasciare …

Continua »

Via le bibite dalle scuole, la Sicilia come gli Usa propone spremute e succhi. I produttori sono già in rivolta

La Sicilia come gli Stati Uniti. La giunta regionale ha appena annunciato di aver inserito nella finanziaria, che dovrebbe essere approvata a breve, una serie di norme volte a promuovere i prodotti locali e, quasi come se fosse un effetto collaterale, ad agevolare l’adozione di abitudini più sane. Per questo motivo nelle scuole sarà vietata la distribuzione di bibite gassate …

Continua »

Soft drink: Coca Cola, Pepsi e Aba fanno ostruzionismo per zittire chi le accusa di favorire l’obesità. Ma i consumi delle bibite zuccherate in Usa sono in calo

Refreshing Glass Of Cola

A molti commentatori, lo scontro in corso tra le autorità sanitarie statunitensi e l’American Beverages Association (Aba), colosso dei soft drink, sembra un film già visto: negli anni Novanta, quando le major del tabacco hanno utilizzato ogni mezzo a disposizione per cercare di mettere a tacere prima e rendere inutile poi la grande mole di studi che si andava accumulando …

Continua »