Home / Archivio dei Tag: dipendenza

Archivio dei Tag: dipendenza

Il cioccolato crea dipendenza? Ne parla in un articolo di Günther Karl Fuchs su Papille Vagabonde

Il cioccolato crea dipendenza? Il quesito è molto interessante e gli appassionati ogni tanto ne parlano volentieri.   Il  food blogger Günther Karls Fuchs di Papille Vagabonde propone un punto di vista molto  interessante che vi proponiamo. La maggior parte delle persone crede che l’atto del mangiare sia un comportamento cosciente e volontario e chiunque con lo sforzo della volontà, …

Continua »

Disturbi alimentari: l’atto di mangiare sta alla base del problema, e non il tipo di cibo. È necessario agire sul comportamento

È l’azione di mangiare che può creare uno stato di dipendenza, non gli alimenti contenenti specifici nutrienti, come zucchero o grassi. Lo sostiene una ricerca condotta da varie università, in cui si sottolinea che questa forma di dipendenza è diversa da quella dalle droghe, perché il cervello risponde alle sostanze nutritive in un modo diverso rispetto agli stupefacenti. Nel caso …

Continua »

Videogiochi online creati dalle aziende alimentari: sfruttano la dipendenza per promuovere il junk food e incentivare l’epidemia di obesità

I videogiochi online delle aziende alimentari, rivolti ai bambini e adolescenti, si diffondono sempre di più e vengono utilizzati per una maggior quantità di tempo, grazie agli smartphone, ai tablet e ai computer portatili, creando una vera e propria dipendenza. Attraverso questi giochi, i produttori promuovono alimenti ricchi di zuccheri, sale e grassi, favorendo il diffondersi dell’epidemia di obesità. Si …

Continua »

Patatine (e grassi) danno dipendenza: attivano nel cervello endocannabinoidi e la voglia di altro cibo

Alcuni cibi grassi scatenano nel cervello una reazione che assomiglia molto a quella indotta da alcune droghe, al punto da favorire vere e proprie forme di dipendenza. Questo spiega perché molte persone non riescono a resistere alle patatine fritte o ad altri alimenti che razionalmente si vorrebbero evitare. La scoperta, lungi dal voler rappresentare un alibi per chi si abbuffa, …

Continua »