workshop nuova etichettatura
La locandina del workshop sulla nuova etichettatura alimentare

È alle porte l’applicazione del nuovo Regolamento UE 1169/11, prevista per il 13 dicembre 2014, e molti sono ancora i dubbi interpretativi, da parte di organi di ispezioni e vigilanza.

 

Green Line Group, da sempre attenta a tali esigenze, e sicura di interpretare il pensiero di molti, organizza, in collaborazione con Food & Agriculture Requirements, un workshop sull’argomento, con relatori di eccezione, per il giorno 28 novembre 2014, dalle ore 9.30 alle ore 17.30. Tra i partecipanti anche l’avvocato Dario Dongo, esperto di diritto alimentare e autore dell’ebook “L’etichetta” pubblicato su Il Fatto Alimentare. Per informazioni e iscrizioni clicca qui.

 

Tale incontro si terrà presso l’Hotel Holiday Inn, Via Castello della Magliana ROMA, organizzato con il seguente programma.

programma workshop nuova etichettatura

 © Riproduzione riservata

Foto: iStockphoto.com

sostieniProva2

Le donazioni si possono fare:

* Con Carta di credito (attraverso PayPal): clicca qui

* Con bonifico bancario: IBAN: IT 77 Q 02008 01622 000110003264

 indicando come causale: sostieni Ilfattoalimentare

Redazione - 14 Novembre 2014
0 0 voti
Vota
7 Commenti
Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Simone
Simone
18 Novembre 2014 17:32

davvero un’ottima iniziativa. cosi si possono colmare molte lacune e chiarire molti aspetti legislativi !

max
max
25 Novembre 2014 08:36

speriamo si ripeta anche qui al nord

angelo braga
angelo braga
25 Novembre 2014 12:26

Opportuno precisare che il NAS (intervento previsto per un rappresentante al workshop) NON E’ “Autorità Competente” (almeno secondo la regolamentazione comunitaria in materia di alimenti).

roberto
roberto
25 Novembre 2014 15:18

Leggo nel programma che “il punto di vista delll’autorità competente” è tenuto dalla rappresentanza del NAS. Ma chi è l’autorità competente sulla sicurezza alimentare e sull’etichettatura?

ezio
ezio
25 Novembre 2014 16:26

L’intervento del NAS è assolutamente competente però è bene precisare che l’Autorità Competente è quella dei Direttori individuati all’interno dei servizi dei Dipartimenti di Prevenzione delle ASL che sono gli unici “competenti” ad erogare prescrizioni nei confronti degli osa.

angelo braga
angelo braga
27 Novembre 2014 16:33

AUTORITA’ COMPETENTE, si rimanda all’art. 2 del D.Lgs. 193/07:
Ai fini dell’applicazione dei regolamenti (CE) 852/2004, 853/2004, 854/2004 e 882/2004, e successive modificazioni, per le materie disciplinate dalla normativa abrogata di cui all’art. 3, le Autorità competenti sono il Ministero della salute, le regioni, le province autonome di Trento e di Bolzano e le Aziende unità sanitarie locali, nell’ambito delle rispettive competenze.

monica mimangiolallergia
28 Novembre 2014 00:40

Peccato, arrivo tardi… mi sarebbe piaciuto sottoporvi… un caso-test, ossia quello di tarallucci contenti fra gli ingredienti vino… però non specificano che il prodotto “Contiene solfiti aggiunti” o che “Non contiene solfiti aggiunti”. E questo è solo uno dei tantissimi casi in cui l’etichettatura non è chiara ma dovrebbe esserlo per quanto riguarda la dichiarazione di presenza degli allergeni previsti per legge…

La formazione è alla base della giusta interpretazione della Legge non sempre di così facile interpretazione, anche per gli addetti ai lavori.