Home / Supermercato / Solidarietà al supermercato: apre a Modena “Portobello”, l’emporio per le famiglie in difficoltà

Solidarietà al supermercato: apre a Modena “Portobello”, l’emporio per le famiglie in difficoltà

portobello-modenaA fine maggio aprirà a Modena un supermercato per le famiglie in difficoltà, dove chi non si può permettere la spesa porterà a casa il necessario, in cambio di ore di lavoro.

 

Si chiama “Portobello, Emporio Sociale Modena e permetterà a chi ne ha bisogno (e ne fa richiesta) di fare acquisti senza denaro, utilizzando il codice fiscale come una tessera a punti. A disposizione dei clienti ci sono generi alimentari, sia freschi che confezionati, detersivi per la casa ed anche prodotti per l’igiene del corpo, insomma tutto quello che serve per la vita quotidiana.

 

Funziona così: le famiglie che vogliono usufruire di questa possibilità fanno domanda ai Servizi Sociali del Comune. L’assegnazione dei punti disponibili mensilmente avviene per un numero di mesi prestabilito e in base alle necessità della famiglia, identificate attraverso una serie di parametri. Ad esempio una famiglia di due persone, senza lavoro e con due figli piccoli a carico, potrebbe avere 90 punti al mese che, in valore di spesa, corrispondono circa a 300 euro.  Si possono ottenere altri punti con il lavoro di volontariato da svolgere anche presso il supermercato:  tante ore di lavoro  e tanti punti per fare la spesa.

 

supermercatoLe persone interessate al servizio sono diverse: nell’elenco troviamo disoccupati, lavoratori in mobilità o in cassa integrazione, o con contratti di solidarietà. Ci sono anche  persone licenziate per la chiusura dell’azienda o riduzione personale, lavoratori autonomi che hanno cessato attività con un calo di almeno il 30% del reddito, nuclei familiari con redditi da pensione modesti, famiglie in cui vivono persone con handicap certificati e famiglie monogenitoriali

Si tratta di nuclei familiari  con problemi economici che accettano volentieri un aiuto senza sentirsi toccati nella dignità, perchè possono ricambiare con il proprio lavoro.

 

L’idea di barattare ore di lavoro nel supermercato con parte del valore della spesa prende spunto dal People’s Supermarket di Londra, il “supermercato della gente per la gente” aperto nel 2010 come cooperativa del gruppo Spar ( Despar in Italia).  Il sistema offre ai clienti l’opportunità di diventare soci e di partecipare alla gestione del grande magazzino: la quota di iscrizione è di circa 29 euro all’anno, poi ci sono 4 ore al mese di lavoro che vengono compensate con uno sconto  al cliente/socio del 15% per tutto l’anno. Obiettivo dell’iniziativa è di coinvolgere chi compra nella gestione e nella scelta dell’assortimento, e dare la possibilità fare la spesa pagando meno.

 

portobello-modena3Mentre quella di Londra è un’iniziativa completamente privata, il progetto  “Emporio Portobello” è stato voluto da istituzioni, enti pubblici e associazioni del volontariato, preoccupati e stanchi di vedere famiglie e  anziani non arrivare alla fatidica terza settimana del mese. L’idea e il coordinamento sono dell’Associazione Servizi per il Volontariato Modena, in stretta collaborazione con i Servizi Sociali,  ma ha ottenuto il supporto di tanti. Il Comune di Modena ha messo a disposizione i locali in comodato d’uso per tre anni, mentre Conad ha donato scaffali, banconi, celle frigorifere, arredi, casse; l’associazione “Rock No War” poi ha dato 50 tonnellate di prodotti.

 

Anche i singoli cittadini possono contribuire: per le donazioni  si veda il sito.

 

Lorena Valdicelli

© Riproduzione riservata

Foto: Photos.com, Portobellomodena.it

  Lorena Valdicelli

Lorena Valdicelli

Guarda qui

un centesimo monete

Conad dice addio alle monete da 1 e 2 centesimi dopo lo stop al conio deciso dalla Zecca dello Stato

Conad dice addio alle monetine da 1 e 2 centesimi. Nei punti vendita della cooperativa …

2 Commenti

  1. “(…)dove chi non si può permettere la spesa porterà a casa il necessario, in cambio di ore di lavoro”.
    Visitando il sito non si trova nessun riscontro a quanto affermato nell’articolo e riportato sopra nel virgolettato.