Home / Allerta / Aflatossine in latte crudo ungherese e sostanza vietata in integratore cinese… Ritirati dal mercato europeo 145 prodotti nelle settimane 48 e 49

Aflatossine in latte crudo ungherese e sostanza vietata in integratore cinese… Ritirati dal mercato europeo 145 prodotti nelle settimane 48 e 49

Nella settimana n°48 del 2012 le segnalazioni diffuse dal Sistema rapido di allerta europeo per alimenti e mangimi sono state 74 (19 quelle inviate dal Ministero della salute italiano).

 

L’elenco comprende 3 allerta: presenza di mercurio in pesce spada congelato (Xiphias gladius) spagnolo, aflatossine in latte crudo all’ingrosso dall’Ungheria e mercurio in fette di pesce spada congelato dalla Spagna.

 

Nella lista dei lotti respinti alle frontiere e/o delle informative sui prodotti diffusi che non implicano un intervento urgente troviamo: infestazione da parassiti Anisakis in sgombro refrigerato (Scomber scombrus) spagnolo, migrazione di cromo, nichel e manganese da vassoi in acciaio cinesi, acetamiprid (insetticida) in foglie di tè cinesi, aflatossine in arachidi in guscio dall’Egitto, migrazione di cromo e manganese da coltelli in acciaio inossidabile cinesi, Listeria monocytogenes in gorgonzola e torta al mascarpone italiani, migrazione di cadmio da set per la prima colazione in porcellana cinese, via Hong Kong, migrazione di cromo da tre lotti di coltelli da cucina provenienti dalla Cina.

 

E ancora: arance amare tunisine infestati da muffe, migrazione di cromo da coltelli in acciaio provenienti dalla Cina, via Hong Kong, etichettatura non corretta (la specie menzionata in etichetta, Carcharocles megalodon, è estinta da milioni di anni) in filetti di squalo congelati cinesi, migrazione di cromo e manganese dal set di coltelli cinesi, migrazione di cromo da coltelli in acciaio inossidabile cinesi, eccesso di Escherichia coli in vongole veraci (Tapes decussatus) tunisine.

 

Questa settimana tra i prodotti italiani esportati in altri Paesi e ritirati dal mercato l’Austria segnala la presenza di Salmonella Mbandaka in farina di soia non OGM per mangimi.

 

Nella settimana n°49 del 2012 le segnalazioni sono state 71 (8 quelle inviate dal Ministero della salute italiano). L’elenco comprende un’allerta riguardo la presenza di una sostanza non autorizzata (analogo al sildenafil tione) in integratore alimentare cinese, via Spagna.

 

Nella lista dei lotti respinti alle frontiere e/o delle informative sui prodotti diffusi che non implicano un intervento urgente troviamo: l’uso non autorizzato di carbonati di potassio (E 501) in anelli di calamari congelati (Todarodes pacificus) cinesi, aflatossine in pistacchi sgusciati dall’Iran, migrazione di cromo in forbici per alimenti con lame in acciaio inox cinesi, nichel in pinze di bloccaggio in acciaio inox provenienti dalla Cina, via Hong Kong, migrazione di cromo e manganese da coltelli cinesi, rivestimento interno che si staccava e livello troppo alto di migrazione totale da padelle di Taiwan, migrazione di manganese da vassoio da frutta in metallo cinese.

 

Questa settimana tra i prodotti italiani esportati in altri Paesi e ritirati dal mercato l’Austria segnala la presenza di Salmonella Agona in farina di semi di colza destinata ai mangimi, e la Francia un eccesso di Escherichia coli in mozzarella.

 

Per maggiori informazioni sul rapporto settimanale, recarsi sul sito del Servizio sanitario regionale dell’Emilia-Romagna nella sezione notizie.

 

Per seguire con maggiore attenzione il sistema di allerta e il ritiro dei prodotti sia a livello europeo che internazionale, collegarsi al sito di Phyllis Entis, eFoodAlert.wordpress.com che propone un monitoraggio continuo e aggiornato «Recall Roundup».

 

Foto: Photos.com

 

Avatar

Guarda qui

volfort integratore alimentare

Ancora un integratore dalla Cina con i principi attivi di Viagra e Cialis. L’allerta del ministero della Salute

Il ministero della Salute ha pubblicato l’ennesima allerta per un integratore alimentare che contiene sostanze …