Home / Risultati della ricerca per: zucchero (pagina 3)

Risultati della ricerca per: zucchero

Le tasse sullo zucchero costituiscono uno strumento fiscale per promuovere la salute e la corretta nutrizione, sostiene il Lancet

zucchero

“Nonostante il loro potenziale, le tasse su zucchero, tabacco e alcol sono sottoutilizzate dai responsabili politici”, scrivono sulla prestigiosa rivista medica The Lancet i membri del Sugar, Tobacco, and Alcohol Taxes (STAX) Group, di cui fanno parte esponenti dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), della Banca mondiale, dell’Unicef e di altri organismi politici e di ricerca. I firmatari dell’articolo, guidati da …

Continua »

Scozia, giro di vite contro lo zucchero nelle mense scolastiche. Nuove misure del governo per combattere l’obesità infantile

Tra pochi mesi, i bambini scozzesi che vanno presto a scuola e fanno lì colazione, non troveranno più cereali ad alto contenuto di zucchero, come i Coco Pops di Kellogg’s e gli Honey Nut Cheerios di General Mills. Sul tavolo a fianco del latte troveranno solo prodotti che contengono meno del 15% di zuccheri. Saranno vietati anche gli yogurt che contengono più di …

Continua »

Vino e zucchero: un problema irrisolto in Europa. L’aggiunta di zuccheri è consentita in molti Paesi ma non è indicato in etichetta

red wine reclamo

L’aggiunta di zucchero (saccarosio) nel vino è una pratica vietata in Italia, come pure in Spagna, Portogallo e Grecia, ma è ammessa e utilizzata negli altri Paesi d’Europa come Francia, Germania, Austria, Polonia, Inghilterra, Ungheria e altri nel mondo. L’aggiunta viene fatta per ‘aiutare’ a basso costo vini pur pregiati ottenuti da annate deboli o uve acerbe. Gli zuccheri aggiunti …

Continua »

Nutella e le altre creme spalmabili? Troppo zucchero e spesso poche nocciole, ma ci sono anche interessanti eccezioni. Il test di Öko-test e di CTCU dell’Alto Adige

nutella cioccolato

Le creme spalmabili alla nocciola? Sono spesso bombe caloriche con quantità di zucchero che arrivano fino al 58% e con una presenza di grassi variabile dal 30 al 45%. È questa la conclusione di un test realizzato in Germania da Öko-test su 20 creme pubblicato sul numero di marzo della rivista. I tedeschi giudicano “soddisfacenti” solo due marche, mentre altri …

Continua »

L’industria alimentare britannica fallisce l’obiettivo di riduzione dello zucchero, concordato con il governo

Largamente fallito il primo obiettivo che il governo britannico aveva posto verso il raggiungimento di una riduzione volontaria da parte dell’industria del 20% dello zucchero contenuto in nove categorie di alimenti: biscotti, torte, budini, cereali, cioccolatini, caramelle, yogurt, creme e gelati. La riduzione del 20%, rispetto al 2015, dovrebbe essere raggiunta entro il 2020 e prevedeva una prima diminuzione del …

Continua »

Bevande zuccherate: con la sugar tax lo zucchero si dimezza nelle bibite inglesi, ma non in tutte. Il confronto con l’Italia

zucchero bibite tassa

Dopo tante discussioni, in Gran Bretagna la tassa sulle bevande zuccherate (sugar tax) è entrata in vigore e gli  effetti si fanno già notare. Basta confrontare la dichiarazione nutrizionale di alcune bibite vendute sia in Italia sia nel Regno Unito per rendersi conto di come il contenuto di zucchero sia drasticamente calato per evitare la tassazione. Nella maggior parte dei …

Continua »

Kellogg’s lancia una nuova linea di cereali “sana e sostenibile”, ma anche costosa. E nella granola farro e frutti rossi c’è troppo zucchero

wk kellogg granola frutti rossi farro superfood

Tra i cereali per la prima colazione c’è una nuova linea di Kellogg. Si chiama W.K Kellogg e comprende sei referenze, di cui quattro di granola, un prodotto simile al müsli costituito da agglomerati di cereali e frutti, e due di cereali bio sotto forma di fagottini. L’intera linea si contraddistingue graficamente per i colori naturali e le decorazioni semplici, …

Continua »

Treccine Bauli, Mulino Bianco, Conad, Coop ed Esselunga a confronto. Troppo zucchero e troppi grassi dice l’etichetta a semaforo

Se pensiamo a una marca di biscotti, o a un olio extravergine, i primi a venire in mente sono  quelli che investono nel marketing e ci “bombardano” con immagini e parole. Quando facciamo la spesa al supermercato i prodotti più  visibili sono quelli posizionati ad altezza occhi e sono di solito quelli con il marchio della catena di supermercati, le …

Continua »

Come ti nascondo lo zucchero in etichetta: 40 modi per addolcire i cibi utilizzando soluzioni alternative che confondono le idee

zucchero e salute melassa dolcificante 184002786

Lo zucchero è considerato il nemico numero uno della salute. Un apporto eccessivo può contribuire allo sviluppo di sovrappeso e diabete di tipo 2 oltre che provocare seri danni ai denti. Per questo motivo, secondo l’Organizzazione mondiale della sanità, sarebbe opportuno limitare l’assunzione degli zuccheri aggiunti a 25 g al giorno. Secondo le raccomandazioni italiane gli zuccheri semplici – contenuti …

Continua »

Tutte le bugie sullo zucchero. Un film già visto: una lobby che fa sparire i dati degli studi

La lobby degli zuccheri si è comportata come quella del tabacco e come ha fatto più tardi anche quella delle bevande gassate e dolci: ha nascosto e oscurato dati che già 50 anni fa dimostravano che un eccesso di saccarosio (il comune zucchero bianco) nella dieta è associato a un aumento del rischio di malattie cardiovascolari e di tumori della …

Continua »

“Così l’industria dello zucchero ha manipolato la scienza per proteggere i propri interessi”. Una nuova ricerca dell’Università della California

zucchero merendine

Nel 1965, Sugar Research Foundation (SRF), oggi Sugar Association, un potente gruppo di rappresentanza degli interessi dell’industria dello zucchero, finanziò segretamente tre scienziati di Harvard, affinché realizzassero uno studio che smentisse le evidenze secondo cui lo zucchero incrementa i livelli di lipidi nel sangue, aumentando così il rischio di malattie cardiovascolari. Lo studio fu concluso nei termini desiderati dai finanziatori …

Continua »

Non solo dolci e bibite: alla ricerca dello zucchero nascosto. Dai prodotti per la colazione alle minestre, ecco dove trovarlo

Un consumo eccessivo di zucchero favorisce l’obesità, condizione correlata a una maggior incidenza di patologie cardiovascolari, diabete e diversi tipi di cancro. Per questo l’OMS raccomanda di non superare una quantità di zuccheri semplici pari al 10% dell’introito calorico giornaliero, quantità che, per un adulto con un fabbisogno di circa 2.000 calorie, corrisponde a 50 grammi (10 cucchiaini). Purtroppo gran …

Continua »

Nutella, Ferrero cambia la ricetta in Francia e Germania. Aumenta il latte in polvere, ma zucchero e olio di palma restano i primi ingredienti

nutella

Cambia la ricetta della Nutella, per lo meno in Germania e Francia. Ad accorgersene è stata l’associazione dei consumatori tedesca Verbrauchenzentrale Hamburg, che ha notato un cambiamento anche nel colore e nella consistenza. La famosa crema spalmabile alla nocciola adesso avrebbe un aspetto più chiaro rispetto al passato. E subito la notizia è rimbalzata sul web. Nella lista degli ingredienti della …

Continua »

Irlanda, il governo introduce una tassa sulle bevande zuccherate. Importo differenziato a seconda del contenuto di zucchero

bevande zuccherate bibite senza zucchero gassate cola bevanda 181397947

Nel presentare in parlamento la legge di Bilancio per il 2018, il ministro delle Finanze irlandese, Paschal Donohoe, ha annunciato l’entrata in vigore, per il prossimo anno, di una tassa sulle bevande zuccherate, che varierà a seconda del contenuto di zucchero: 30 centesimi al litro per le bevande con più di 8 grammi per 100 millilitri, 20 centesimi per quelle …

Continua »

UK, le grandi marche di cereali da colazione non usano l’etichetta a semaforo per nascondere la quantità elevata di zucchero. Indagine di Action on Sugar

Una decisione “scandalosa”, così l’organizzazione britannica Action on Sugar definisce la scelta di diversi produttori di cereali per colazione, tra cui grandi marchi come Kellogg’s e Nestlé, di non utilizzare sulle confezioni l’etichetta nutrizionale con i colori del semaforo, adottata a livello volontario nel Regno Unito. L’etichetta li costringerebbe ad indicare con il colore rosso la quantità di zucchero presente,  …

Continua »