Schermata 2016-03-09 alle 17.23.10

  Roberto La Pira

Roberto La Pira
Giornalista professionista, laurea in Scienze delle preparazioni alimentari

Guarda qui

woman eating pretzel while traveling by train

Stop a cibo e bevande sui mezzi pubblici per combattere l’obesità: la proposta radicale che arriva dal Regno Unito

Nei giorni scorsi Sally Davies, ex Chief medical officer (CMO) del governo inglese e responsabile …

Un commento

  1. Avatar

    occorre uscire dall’ambiguità e fare una volta per tutte chiarezza sul tema. I casi sono soltanto 2: o l’olio di palma è davvero dannoso per la salute, ed allora DEVE intervenire il Ministero per vietarne l’impiego nei cibi, oppure non lo è come tanti altri additivi ammessi in commercio, la cui tossicità è dubbia ma non acclarata da fonti ufficiali, e allora si smetta di fare inutili polemiche sul “fai da te” dei produttori e dei consumatori; attualmente il prodotto si trova come additivo anche in prodotti “dietetici” o addirittura considerati una panacea per la salute come il caffè verde, e persino nei biscotti dell’equo solidale. C’è poi chi sostiene che l’olio di palma è dannoso soltanto se idrogenato e in grandi quantità, chi più ne ha più ne metta; i pareri si sprecano, più o meno competenti, più o meno comprovati da dati scientifici. Con 640 voti favorevoli, 18 contrari e 28 astensioni il Parlamento europeo ha recentemente approvato una risoluzione che chiede alla Commissione europea di introdurre un sistema di certificazione unico per l’olio di palma che entra nel mercato UE e di eliminarne gradualmente l’utilizzo nelle miscele di biocarburanti. L’obiettivo è di contrastare l’impatto non sostenibile della produzione dell’olio di palma che porta alla deforestazione e al degrado dell’habitat, in particolare nel sud-est asiatico. Dunque l’UE certifica l’olio di palma sostenibile per tutelare l’ambiente; ma per la salute è sostenibile? Oppure non esiste in toto l’olio di palma sostenibile come scrive Roberto Cazzolla Gatti? ai posteri l’ardua sentenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *