Home / Etichette & Prodotti / Le chiacchiere di Carnevale fritte o al forno sono uguali. Attenzione ai grassi vegetali sconosciuti

Le chiacchiere di Carnevale fritte o al forno sono uguali. Attenzione ai grassi vegetali sconosciuti

Le chiacchiere? Le compro al forno perché così contengono meno calorie. È questo il ragionamento che fanno molte persone quando è il momento di comprare il tipico dolce di Carnevale in pasticceria o al supermercato. Il ragionamento è sbagliato perché tutte le chiacchiere vengono fritte e poi, per chi ama il gusto biscottato, sono passate al forno. Alla fine il contenuto di calorie cambia poco.

Tutto sarebbe più semplice se sulle etichette venisse riportata la composizione nutrizionale. In assenza di queste indicazioni si possono sempre leggere le diciture sulle confezioni che in alcuni casi svelano il segreto (vedi fotografia).

 

 

Chiacchiere

“prodotto dolciario fritto e poi passato al forno”

 

L’aspetto che dovrebbe preoccupare un po’ di più è il tipo di grassi utilizzati per la frittura (vedi fotografia). Spesso si tratta di oli vegetali e margarine vegetali ricavati da grassi sconosciuti non indicati sull’etichetta (la legge non lo prevede). In questi casi è molto probabile che le chiacchiere siano preparate con grassi di mediocre qualità come palma, palmisto, colza, e altri oli tropicali sconsigliati dai nutrizionisti. Per rendersi conto di quanto siano mediocri, basta ricordare che queste materie grasse non sono vendute nei supermercati.

 

Guarda qui

Three frozen ice cream desserts in sugar cones

Gelati industriali: prodotti ultra-trasformati pieni di grassi, zuccheri e additivi, fatti con ingredienti poco pregiati. Il confronto tra coni

Ad una delle sue ‘fanciulle in fiore’ Proust fa dire “per quanto riguarda i gelati …