Home / Nutrizione / Quando il cibo diventa un gioco i bambini mangiano più frutta e verdura. La storia di “Funky lunch”

Quando il cibo diventa un gioco i bambini mangiano più frutta e verdura. La storia di “Funky lunch”

funky-lunchLa necessità di far mangiare le verdure al figlio Oscar di quattro anni, ha aguzzato l’ingegno e la creatività del webdesigner inglese Marck Northeast. Prima ha inventato piatti veramente piacevoli da guardare e poi ha scritto un libro illustrato, Funky lunch, e un sito, dando vita a un vero e proprio business: quello delle verdure e dei cibi sani divertenti per bambini, ma anche, ormai, per persone di tutte le età.

 

Come abbiamo raccontato in alcuni articoli, il nutrizionista americano Brian Wansink, ha dimostrato che il trucco funziona, e che i bambini, se invogliati da nomi e figure familiari e accattivanti, mangiano più verdura, ma Northeast sembra aver elevato l’immaginazione nella composizione dei piatti a vera e propria arte.

 

Dopo il primo volume, dedicato al pranzo, è ora la volta delle occasioni speciali: Funky Party raccoglie infatti molte fotoricette dedicate alle feste di compleanno, ma utilizzabili in realtà in qualunque momento. Il libro si può ordinare on line, costa 12,5 sterline e viene spedito dalla Gran Bretagna.

 

© Riproduzione riservata

Foto: Funkylunch.com

 

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

Il libro di Adriano Panzironi nonostante le censure e le condanne dell’autore continua ad essere un bestseller da 250 mila copie

Basta entrare in una libreria Feltrinelli come quella in piazza Duomo a Milano o andare …