Home / Video News / Food Maps: il giro del mondo attraverso le mappe alimentari di paesi e continenti create con il prodotto simbolo del luogo

Food Maps: il giro del mondo attraverso le mappe alimentari di paesi e continenti create con il prodotto simbolo del luogo

pomodoro
Il pomodoro è originario del Sudamerica, ma l’Italia ne è diventata la patria adottiva

La cultura di un luogo passa attraverso il cibo, le sue tradizioni culinarie e i meccanismi con cui alcuni ingredienti diventano simboli di un intero Paese. Caitlin Levin, modella e chef stylist, e il fotografo Henry Hargreaves  hanno riversato la loro passione per il viaggio in un progetto fotografico particolare: Food Maps. I due artisti hanno creato e fotografato delle mappe utilizzando uno degli ingredienti o dei cibi più rappresentativi o emblematici di ciascun Paese.

 

Il video permette di curiosare nel backstage, durante la preparazione dei gamberetti per l’Australia, mentre la galleria fotografica – che potete trovare qui – restituisce riflessioni interessanti. Il pomodoro con il quale hanno creato l’Italia proviene originariamente dalle Ande nel Sudamerica, ma il nostro Paese lo ha fatto diventare il re in innumerevoli ricette della tradizione e nel settore agricolo.

 

caipirinha lime coctkail 179325259
Il Brasile viene identificato con il lime usato per preparare la caipirinha

«Le mappe mostrano come il cibo abbia viaggiato per tutto il pianeta – commenta Hargreaves – trasformando l’identità culturale del luogo in cui si è insediato e diventandone parte integrante». E oltre al Belpaese,”re del pomodoro”, abbiamo pane e formaggio in Francia, kiwi in Nuova Zelanda e lime in Brasile per ricordarci come si prepara una buona caipirinha. I due artisti hanno scelto attraverso una loro personale interpretazione, l’ingrediente che più si addiceva a ciascun Paese e hanno utilizzato cibo vero, preparandolo nel modo più adatto nelle diverse mappe.

«Questo progetto – conclude Hargreaves –  racconta il ruolo universale e conviviale del cibo, in grado di unire e riunire le persone, stimolando la conversazione: e ci auguriamo che queste mappe ottengano lo stesso risultato».

 

 

Eleonora Viganò

© Riproduzione riservata

Foto: Thinkstockphotos.it

  Eleonora Viganò

redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

Sistema allerta izp

Come funziona il sistema di allerta alimentare? Lo spiega un video dell’Istituto zooprofilattico delle Venezie

Come funziona il sistema delle allerta alimentari? Cosa succede quando un’azienda lancia una campagna di …