Home / Nutrizione / Usa, a due anni i bambini consumano zuccheri aggiunti oltre i limiti per gli adulti. Il primo studio sulle abitudini alimentari tra i 6 e i 23 mesi di vita

Usa, a due anni i bambini consumano zuccheri aggiunti oltre i limiti per gli adulti. Il primo studio sulle abitudini alimentari tra i 6 e i 23 mesi di vita

bambina dolci gelato iStock_000047860728_SmallSecondo l’American Heart Association, i bambini fino a due anni non dovrebbero consumare zuccheri aggiunti. La realtà degli Stati Uniti, invece, indica che il 60% dei bambini inizia ad assumerne prima di compiere un anno e il 99% di quelli che hanno un’età compresa tra i 19 e i 23 mesi ne consumano in media più di sette cucchiaini al giorno, cioè più della dose massima consigliata per gli adulti.

È quanto emerge da uno studio guidato da Kirsten Herrick, epidemiologa nutrizionale dei Centers for Disease Control and Prevention (CDC), i cui risultati preliminari sono stati presentati al meeting annuale dell’American Society for Nutrition. Oltre a ricordare che il consumo di zuccheri aggiunti è stato collegato all’obesità, la carie dentale, l’asma e a fattori di rischio per le malattie cardiache, come il colesterolo alto e l’ipertensione, i ricercatori sottolineano come il consumo di cibi con zuccheri aggiunti in età precoce possa influenzare le preferenze alimentari dei bambini, portando potenzialmente a scelte meno salutari nel prosieguo della vita.

Lo studio ha analizzato per la prima volta i dati di oltre 800 bambini di età compresa tra 6 e 23 mesi che hanno partecipato al National Health and Nutrition Examination Survey 2011-2014, uno studio di ricerca rappresentativo della popolazione americana.

Le linee guida dietetiche per gli americani 2015-2020 del governo statunitense non includono indicazioni specifiche per i bambini di età inferiore ai due anni, ma l’edizione 2020-2025, che entrerà presto in fase di elaborazione, includerà raccomandazioni dietetiche anche per neonati e bambini piccoli.

© Riproduzione riservata

Ogni giorno oltre 40mila persone ci seguono.
Siamo indipendenti e liberi da logiche politiche e aziendali. Tutto ciò è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori che coprono il 20% delle spese

  Beniamino Bonardi

Beniamino Bonardi

Guarda qui

Pane fresco o pane industriale? In arrivo un decreto che regolamenta il settore, ma i dubbi restano

Quando pensiamo al pane, di solito distinguiamo il pane “industriale”, confezionato in sacchetti sigillati – …

Un commento

  1. Anche qui non va molto meglio, tipico dopo i 6 mesi all’inizio dello svezzamento è il biberon con latte di proseguimento/vaccino con dentro inzuppati biscotti per l’infanzia (plasmon/nipiol/mellin etc) zeppi di zuccheri aggiunti, oppure il vasetto di yogurt bianco con aggiunto un cucchiaino di zucchero “perchè sennò non sa di niente”.