Home / Archivio dei Tag: Usa (pagina 2)

Archivio dei Tag: Usa

Usa, epatite A da fragole surgelate egiziane. Il bilancio provvisorio è di 70 persone colpite dal virus

epidemia dimenticata fragole 466698333

Le fragole surgelate importate dall’Egitto, considerato il sesto produttore mondiale, sono al centro di un focolaio di epatite A negli Stati Uniti, che da maggio ad oggi ha colpito 70 persone ( con 32 ricoveri in ospedale). I casi riportati dai Centers for Disease Control and Prevention (CDC) sono concentrati in un’area geografica circoscritta, con al centro la Virginia, con …

Continua »

Class action contro Barilla a New York: le scatole sono le stesse ma il contenuto di pasta è diminuito. L’aspetto potrebbe ingannare

A New York, quattro cittadini di chiara origine italiana – Alessandro Berni, Domenico Salvata, Massimo Simioli e Giuseppe Santochirico – hanno promosso una class action contro Barilla, accusandola di pratiche commerciali ingannevoli, perché utilizza scatole che fanno pensare che contengano più pasta di quanta ce ne sia in realtà. L’accusa riguarda la pasta con più proteine, quella integrale e quella …

Continua »

Usa verso cibi più sani: i grandi produttori alimentari devono fronteggiare le iniziative dei supermercati

Negli Stati Uniti, diverse catene di supermercati nazionali e regionali hanno iniziato a fare campagne dedicate al cibo sano e a lanciare nuove linee di prodotti, sino a fornire ai clienti consulenze online. Si tratta di una tendenza che sembra apprezzata dai consumatori e che sta spingendo i grandi produttori  a cercare nuovi modi per soddisfare aspettative nutrizionali più elevate, …

Continua »

Trattati di libero scambio tra Ue e Usa: ricominciano oggi i negoziati a Bruxelles. Il comunicato di Stop TTIP

Nonostante i cortei, le polemiche e le proteste ricominciano oggi i negoziati a Bruxelles sui trattati di libero scambio tra Unione europea e Usa (TTIP) e tra Ue e Canada (CETA). Il Comitato Stop TTIP di Milano si è mobilitato con un banchetto lunedì 11 Luglio 2016 dalle 10 alle 13 in piazza Cordusio, con raccolta firme e diffusione materiale informativo. Di seguito pubblichiamo un comunicato degli organizzatori. …

Continua »

OGM: dopo il Vermont, in USA arriva la legge federale sull’etichettatura. Piovono le critiche: “Favorisce l’industria a scapito della trasparenza”

Nei giorni scorsi il Senato degli Stati Uniti ha approvato la nuova legge nazionale sulle indicazioni in etichetta degli organismi geneticamente modificati (GM). La notizia è stata accolta come una svolta  su un tema tanto dibattuto quanto controverso. Anche se il dispositivo dovrà superare ulteriori votazioni,  la legge prevede che le aziende possano scegliere tra differenti modalità: l’indicazione in etichetta, …

Continua »

Negli Stati Uniti Kellogg’s ritira alcuni prodotti contaminati da residui di arachidi. L’allergene potrebbe dare problemi di salute

Negli Stati Uniti l’azienda Kellogg’s ha richiamato volontariamente 23 prodotti perché potrebbero contenere residui di arachidi non dichiarati in etichetta. Mother’s, Keebler, Kellogg’s Special K brownies, Murray and Famous Amos sono alcuni dei nomi di cereali, snack e biscotti ritirati  che potrebbero  scatenare allergie se vengono assunti da consumatori ipersensibili o allergici alle arcahidi.  Il ritiro è stato deciso quando …

Continua »

USA: cambiamento radicale delle etichette nutrizionali. Numeri riferiti a porzioni e obbligo di indicare gli zuccheri aggiunti

etichette nutrizionali

Ventidue anni dopo il loro esordio, le etichette nutrizionali degli Stati Uniti cambiano. L’annuncio delle nuove regole decise dalla Food and Drug Administration (FDA) è stato dato dalla First Lady, Michelle Obama. I numeri relativi ai vari ingredienti fanno riferimento a quelli contenuti in una porzione che sono state a loro volta aggiornate, tenendo conto dei cambiamenti avvenuti nei comportamenti …

Continua »

TTIP: di fronte alle contestazioni, i governi vogliono esautorare i parlamenti

TTIP CETA Freihandelsabkommen zwischen USA und EU

Il nuovo Ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda, si è schierato a favore della sottrazione ai parlamenti nazionali del diritto di ratifica del testo finale del TTIP. Calenda ha esordito nel suo nuovo ruolo al Consiglio europeo del 13 maggio. I negoziati tra Ue e Usa sono iniziati nell’estate del 2013 e sono al centro di crescenti contestazioni, in particolare …

Continua »

Infezioni alimentari: la rete di sorveglianza PulseNet negli USA svolge un ruolo importante per monitorare e arginare le contaminazioni

sicurezza degli alimenti

Monitorare le infezioni alimentari aiuta la prevenzione  e fa risparmiare molto denaro. È una promozione a pieni voti quella che emerge dallo studio pubblicato sull’American Journal of Preventive Medicine dai ricercatori delle università dell’Ohio e del Minnesota sulla rete PulseNet (network dei Center for Diseases Control di Atlanta dedicato alle crisi provocate da una contaminazione batterica alimentare). Lo studio fornisce …

Continua »

Il 60% delle calorie assunte negli Usa proviene da alimenti ultra trasformati che aumentano anche l’apporto degli zuccheri aggiunti

Circa il 60% delle calorie quotidiane assunte dai cittadini statunitensi proviene da alimenti ultra trasformati, a cui si deve anche il 90% delle calorie provenienti dagli zuccheri aggiunti consumati ogni giorno. Lo ha rilevato uno studio pubblicato da BMJ Open, realizzato sui dati dietetici relativi al 2009-2010 di oltre novemila persone, partecipanti a un programma di studi dei Centers for Disease …

Continua »

“Il consumo di olio di palma va limitato”. Lo dicono le nuove linee guida dietetiche per gli americani

Le nuove linee guida dietetiche per gli americani, pubblicate pochi giorni fa dal governo statunitense, indicano esplicitamente l’olio di palma tra i grassi saturi, il cui consumo complessivo non dovrebbe superare il 10% dell’apporto calorico quotidiano. Gli alimenti ad alto contenuto di grassi saturi indicati dalle linee guida sono: burro, latte intero, carni non etichettate come magre, oli tropicali come …

Continua »

Pubblicate le nuove linee guida dietetiche per gli americani

Il governo statunitense ha pubblicato le nuove linee guida per l’alimentazione corretta, che vengono riviste ogni cinque anni sulla base dell’evoluzione delle conoscenze nutrizioniste e che costituiscono la base delle politiche nutrizionali degli organismi pubblici. Oltre a suggerire un maggior consumo di frutta e verdura di ogni tipo, le linee guida contengono anche alcune indicazioni quantitative per alcuni ingredienti causa …

Continua »

Antibiotici negli allevamenti: le vendite in USA tra il 2009 e il 2014 sono aumentate del 23%. Sono utilizzati per prevenire le malattie

Secondo la Food and Drug Administration (FDA), tra il 2009 e il 2014 negli Usa le vendite di antibiotici utilizzati negli allevamenti sono cresciute del 23%, nonostante le crescenti preoccupazioni per il rischio di diffusione di batteri resistenti. L’anno scorso l’aumento è stato del 3%, nonostante la stessa FDA avesse pubblicato nel 2013 un dossier con linee guida volontarie per …

Continua »

Per due terzi dei consumatori Usa, il “parmesan” è italiano. Indagine del Consorzio del Parmigiano Reggiano, per spingere a una soluzione nell’ambito del TTIP

parmigiano formaggio

Per il 67% dei consumatori statunitensi, il termine “parmesan” non è affatto generico – come sostengono, invece, le industrie casearie americane – ma identifica un formaggio duro con una precisa provenienza geografica, che il 90% degli intervistati indica senza alcun dubbio nell’Italia. Lo rileva un’indagine condotta da Aicod per conto del Consorzio del Parmigiano Reggiano. Nell’indagine, sono state mostrate agli intervistati …

Continua »

Carapelli e Bertolli ritirano olio extravergine per “irrancidimento”, dagli scaffali dei supermercati statunitensi

La multinazionale spagnola Deoleo ha deciso il richiamo volontario dagli scaffali dei supermercati americani di alcuni lotti di olio extravergine Carapelli e Bertolli per “irrancidimento”. Si tratta di un difetto organolettico dovuto all’ossidazione dell’olio dovuta alla luce o ad altri fattori, che avrebbero “prematuramente rovinato” l’extravergine. La faccenda è curiosa perché il richiamo volontario deciso negli USA  dalla multinazionale spagnola leader nel mondo per la produzione …

Continua »