Home / Archivio dei Tag: SICUREZZA ALIMENTARE (pagina 10)

Archivio dei Tag: SICUREZZA ALIMENTARE

Frammenti di vetro in crema al malto e nocciole biologica e porcini secchi irradiati… Ritirati dal mercato europeo 25 prodotti

Nella settimana n°53 del 2014 le segnalazioni diffuse dal Sistema rapido di allerta europeo per alimenti e mangimi (Rasff) sono state 25 (11 quelle inviate dal Ministero della salute italiano).   L’elenco dei prodotti distribuiti in Italia oggetto di allerta comprende tre casi: mercurio in pesce spada congelato (Xiphias gladius) dalla Spagna; Policlorobifenili diossina-simili in prodotti caseari dalla Romania; frammenti …

Continua »

Gorgonzola biologico italiano con Listeria e Mercurio in diversi tipi di pesci dal Portogallo… Ritirati dal mercato europeo 41 prodotti

Nella settimana n°52 del 2014 le segnalazioni diffuse dal Sistema rapido di allerta europeo per alimenti e mangimi (Rasff) sono state 41 (10 quelle inviate dal Ministero della salute italiano).   L’elenco dei prodotti distribuiti in Italia oggetto di allerta comprende tre casi: eccesso di mercurio in verdesca congelata (Prionace glauca) dal Portogallo; mercurio in pesce spada congelato dal Portogallo; …

Continua »

Sicurezza alimentare: un convegno che punta alla promozione di alimenti attraverso la progettazione igienica

Il 15 gennaio a VeronaFiere si terrà un convegno dedicato alla sicurezza alimentare: “From Cad to Fork – Hygienic Design e sicurezza alimentare“, organizzato in collaborazione con EHEDG – European Hygienic Engineering & Design Group e l’Università degli Studi di Padova (Master in Progettazione igienica per produzioni alimentari sicure ed efficienti). Insieme con Eurocarne 2015, gli sforzi di queste realtà …

Continua »

Rucola con Salmonella e pesto italiano infestato da muffe… Ritirati dal mercato europeo 72 prodotti

Nella settimana n°51 del 2014 le segnalazioni diffuse dal Sistema rapido di allerta europeo per alimenti e mangimi sono state 72 (14 quelle inviate dal Ministero della salute italiano).   L’elenco dei prodotti distribuiti in Italia oggetto di allerta comprende due casi: cadmio in carne di cavallo refrigerata dalla Romania, via Belgio; norovirus in cozze pre-cotte e congelate provenienti dalla …

Continua »

Niente sostanze aromatizzanti ai lattanti con meno di tre mesi di vita. Non sono necessarie per migliorare il gradimento

In Germania, l’Istituto federale per la valutazione dei rischi (BfR) ha esaminato l’utilizzo delle sostanze aromatizzanti negli alimenti istantanei per lattanti, nel latte di proseguimento e negli alimenti a fini medici per l’infanzia. Secondo il parere del BfR, le sostanze aromatizzanti non sono necessarie per migliorare l’accettazione di questi prodotti, né per favorire lo sviluppo del senso del gusto.   …

Continua »

In Europa il 3% degli alimenti contiene tracce di pesticidi oltre i limiti di legge. I prodotti di importazione extra UE hanno un tasso di non conformità cinque volte superiore

Nei 27 paesi dell’Unione europea, più Islanda e Norvegia, il 2,9% dei cibi contiene tracce di pesticidi oltre i limiti di legge, il 42,2% contiene tracce entro i limiti di legge, mentre il 54,9% non contiene alcuna traccia di residui. Il tasso di non conformità degli alimenti importati da paesi extraeuropei è cinque volte superiore a quello degli alimenti provenienti …

Continua »

La sicurezza alimentare sarà il tema al centro della Giornata mondiale della salute 2015. Le esposizioni ad agenti patogeni e chimici sono sottovalutate

sicurezza alimentare allerta 156854740

La Giornata mondiale della salute 2015, che ci celebrerà il prossimo 7 aprile, sarà dedicata alla sicurezza del cibo. Come ha spiegato in un articolo su The Lancet il Direttore generale dell’Organizzazione mondiale della sanità, Margaret Chan, questa scelta è stata fatta per stimolare i governi a mettere in atto misure in grado di migliorare la sicurezza degli alimenti lungo …

Continua »

Atropina in alimenti biologici per bambini e allergene non dichiarato in filetti di merluzzo… Ritirati dal mercato europeo 52 prodotti

Nella settimana n°50 del 2014 le segnalazioni diffuse dal Sistema rapido di allerta europeo per alimenti e mangimi sono state 52 (6 quelle inviate dal Ministero della salute italiano).   L’elenco dei prodotti distribuiti in Italia oggetto di allerta comprende due casi: presenza non dichiarata in etichetta di crostacei in filetti di merluzzo impanati dalla Germania; atropina in alimenti biologici …

Continua »

In Gran Bretagna la catena di supermercati Marks & Spencer vara nuovi provvedimenti per ridurre il Campylobacter nel pollo

In Gran Bretagna, la catena di supermercati Marks & Spencer ha adottato cinque misure per ridurre la portata e la diffusione del Campylobacter nella carne di pollo, anche attraverso un accordo con il suo fornitore 2Sisters Food Group. Le misure comprendono un’etichettatura più chiara sul fronte della confezione dei polli interi, dove viene indicato che il pollo è lavato e …

Continua »

Sede dello stabilimento, allergeni al ristorante, cartello unico degli ingredienti. Oggi è arrivata una nota del Governo generica che non tutela i consumatori

Questa mattina il Ministero per lo Sviluppo Economico ha spedito alle associazioni di categoria una versione aggiornata della bozza del “decreto Renzi” che introdurrà ulteriori modifiche al già ripetutamente vessato decreto legislativo n. 109/92. Un lavoro che non ci piace, per diverse ragioni.   Sede dello stabilimento Si annota con disappunto l’assenza di riferimenti alla sede dello stabilimento di produzione …

Continua »

Sushi e kebab spopolano, ma quanto sono sicuri? La Usl di Bologna ha analizzato ristoranti a campione: kebab sicuro, sushi un po’ meno

Sono tra i cibi più amati e di moda, che hanno tra i loro fruitori soprattutto giovani, ma non solo. Pietanze esotiche come kebab e sushi sono ormai parte della nostra vita quotidiana essendo considerate soluzioni facili per una cena veloce, in alcuni casi economica, o un pranzo di lavoro. A fronte di questo crescente successo gli esercizi si moltiplicano, …

Continua »

Lidl ritira cracker Craks Crusti Croc da tutti i punti vendita italiani per un allergene non dichiarato in etichetta

Il sistema di allerta rapido della Regione Valle d’Aosta il primo dicembre ha ritirato dal commercio tutti i lotti di cracker salati Craks Crusti Croc, una delle marche commerciali della catena di supermercati Lidl (vedi dettagli nella tabella sotto).   Il motivo del richiamo riguarda la presenza di siero di latte in polvere, un ingrediente allergenico, non dichiarato in etichetta. …

Continua »

Allergene non dichiarato in cracker tedeschi ed Escherichia coli in cozze… Ritirati dal mercato europeo 71 prodotti

Nella settimana n°48 del 2014 le segnalazioni diffuse dal Sistema rapido di allerta europeo per alimenti e mangimi sono state 71 (10 quelle inviate dal Ministero della salute italiano).   L’elenco dei prodotti distribuiti in Italia oggetto di allerta comprende tre casi: enteropatogeno (Escherichia coli) in formaggio di latte crudo di Francia; allergene non dichiarato in etichetta (siero di latte …

Continua »

Campylobacter: congelare il pollo può ridurre del 90% il rischio di infezione. Le altre proposte per risolvere il problema

pollo crudo

Congelare il pollo può ridurre di circa il 90% il tasso di trasmissione del Campylobacter all’uomo. Lo afferma la dottoressa Frieda Jorgensen, del Public Health England, l’agenzia del Ministero della Salute inglese. Il congelamento del pollo è obbligatorio in Islanda, nel caso l’animale sia trovato infetto dal Campolybacter al momento dell’abbattimento, perché ne viene vietata la vendita come fresco o refrigerato. Una …

Continua »

Allergeni: il regolamento europeo prevede un’informazione chiara anche nei ristoranti e nelle mense. La Francia verso una comunicazione verbale

Il prossimo 13 dicembre diventerà operativo il regolamento dell’Unione europea (1169/2011) sulle informazioni riguardanti quattordici sostanze che provocano allergie o intolleranze: glutine, crostacei, uova, pesce, arachidi, soia, latte, frutta a guscio, sedano, senape, semi di sesamo, anidride solforosa, lupini, molluschi. In base alle nuove norme la presenza di queste sostanze deve comparire sulle confezioni o su un’etichetta dei cibi preimballati. …

Continua »